martedì 29 marzo 2016

TOPINAMBUR SALTATI IN PADELLA

Faccio spesso il Topinambur, che molti conoscono come "Patata tedesca "o "Carciofo di Gerusalemme", per il suo gusto amarognolo.
In questo periodo che vogliamo mangiare leggero ,ma con gusto , per me è un piatto da consigliare




TOPINAMBUR SALTATI IN PADELLA




Ingredienti:
1 Topinambur grosso o 2 piccoli
4 pomodorini piccadilly
olio, sale con erbe di Provenza
prezzemolo
aglio
pepe
ginger (zenzero)



Lavare bene il Topinambur, molti usano anche la buccia , io preferisco toglierla, poi tagliare a fette come se fosse una patata.
In una padella mettere olio ed uno spicchio di aglio , aggiungere le fettine di topinambur,far insaporire , poi mettere i pomodorini a pezzetti ed il sale con le erbe di Provenza.qualche fogliolina di prezzemolo.


Salare e coprire con un coperchio, mettendo il fuoco basso per far cuocere lentamente ed un pò al vapore. Se vedete che è troppo asciutto aggiungere poca acqua calda.
Appena saranno della consistenza che gradite, io li amo morbidi , gli altri in casa li preferiscono croccanti, servirli spolverizzando di prezzemolo e ginger a fettine o grattugiato .
Buon appetito dalla vostra nonna Pat !

Vi chiedo un favore!❤

Stamattina mi sono svegliata presto, sarà che non sono abituata a riposare 2 giorni , che mi sembra di essere in ferie da una settimana ah ah
Andando sul blog, ho riflettuto su quante visite il mio piccolo blog ha avuto fino adesso:
113.000, non poche per me, grazie veramente di cuore a chi passa spesso di qui.
PERÒ. ....secondo voi perché di tutte le persone che passano di qui...
si sono "Unite al sito"solo 44??.......
Me lo chiedo tutte le volte che vedo quelle 44 faccine affacciarsi a salutarmi...
MISTERO  per me!
Allora siccome le nonne sono anche un po'sfacciate,ho pensato di chiedervi un favore!
Mi fate il piacere di far crescere quelle figurine sotto la scritta:
Lettori fissi "UNISCITI AL SITO"?...non è difficile , basta cliccare si apre si deve solo aggiungere la propria mail e tutte le volte che vorrete leggermi, sarà ancora più semplice...mi troverete subito...ed il mio blog , sarà più decoroso ah ah

113.000 visite e 44 followers, non tornano i conti !

Era tanto che ve lo volevo chiedere, un po'mi imbarazzava, ma stamattina ho detto...
Io ci provo, in genere alle nonne non si dice mai di no....ah ah
Le nonne si cerca di farle contente, anche quando sono "Rompiballe".....
come la vostra nonna  Pat❤
Buona settimana, un bacio .....se non ci riuscite non vi preoccupate. ..
vi voglio bene lo stesso❤

domenica 27 marzo 2016

I MIEI AUGURI DI PASQUA , con un quesito "Marzulliano"

Domanda alla Marzullo...anzi l'ha fatta proprio lui durante una trasmissione ed io me la sono segnata e ci ho riflettuto.

"Si vive solo per amare o si vive solo quando si ama?"

Non mi posso ispirare alle risposte dei partecipanti a questa trasmissione, perché è iniziata la pubblicità e dopo mio marito ha cambiato canale, ma forse meglio così almeno ho avuto modo di pensare con la mia testa.
Al momento che ha fatto questa domanda mi era sembrata molto bella, ma non e' semplice come sembra ,credo che  potrebbe avere tante risposte.



Si amano le persone, gli animali, i fiori, la buona cucina,la poesia, la pittura, la musica, lo sport ...in pratica si ama continuamente quello che ci piace fare e le persone con cui vogliamo stare.
Quando si ama si vive meglio, ma poiché le forme di amore sono tantissime, credo che si tratti un po'della stessa cosa , capovolta.
Chi non ama non vive bene, ma poiché amare è un concetto molto ampio, credo che ciascuno possa vivere solo se riesce a trovare la forma di amore che più gli si addice....senza nessuna di queste forme di amore, la vita non esiste!
Oggi mi sono andata ad impantanare in una riflessione molto vasta, e con tante sfaccettature....
Voi che ne pensate?
Cosa c'entra con gli auguri di Pasqua, vi chiederete?
Penso che l'amore c'entri sempre in ogni cosa della nostra vita! Tanti cari auguri.
Buona Pasqua d'amore , dalla vostra nonna Pat❤

giovedì 24 marzo 2016

STELLE DI POLENTA AL FORNO

La polenta , si dice sempre che è buona in tutti i modi.
Oggi ne avevo un pò pronta è l'ho fatta così !!





STELLE DI POLENTA AL FORNO






Ingredienti :
Farina di mais
acqua , sale
parmigiano
olio

Far bollire l'acqua salata , nella quantità giusta per i grammi di farina di mais , attenetevi alla confezione.
Se usate farina bramata , necessita 40 minuti di cottura , girando continuamente .











Appena la polenta sarà fredda , tagliarla nella forma che preferite, questa volta ho preferito farla a stelle con le formine da dolci.
Preparare una pirofila da forno, porvi sotto i pezzetti di polenta avanzati, dopo che li avrete tagliati con le formine.




Spolverare con tanto parmigiano, aggiungere olio evo poi fare altri strati con la polenta tagliata a stelle e continuate come sopra, parmigiano, olio evo e gratratina di noce moscata.




Mettere in forno a 180 gradi fino a quando la polenta ha fatto una bella crosticina.
Buon appetito dalla vostra nonna Pat❤











mercoledì 23 marzo 2016

ZUPPETTA DI CECI E MISTO MARE

Volete una zuppetta velocissima ??
Allora questa fa al nostro caso !!





ZUPPETTA DI CECI E MISTO MARE






Ingredienti:
Ceci lessati
Misto mare ,fatto fare dalla vostra pescheria di fiducia
(se non avete una pescheria di fiducia, prendetelo surgelato, non è buono come fresco , ma per una volta si può fare !!)
2/3 pomodorini
Fette di pane cotto a legna
sale, pepe , olio evo

In una padella mettero olio e aglio, senza l'anima, altrimenti non si digerisce bene.
Appena caldo, aggiugere qualche pomodorino tagliato a pezzettini ed il misto mare, che se lo avrete preso fresco in pochi minuti è pronto.
Sale, pepe ed prezzemolo tritato a fine cottura.
Intanto, fate arrostire delle fette di pane toscano o quello che più piace a voi.
Scaldare i ceci con la loro broda, poi mettere 1 romaiolo di ceci con un po'di broda per ogni cocottina, aggiungere il misto mare ai ceci ed accompagnare con pane arrostito olio crudo e pepe macinato alla fine.
Buon appetito dalla vostra nonna Pat❤



















Settimana di Passione, con riferimento ai tristi fatti accaduti!

Per i cristiani questa è la" Settimana Santa "o anche chiamata "Settimana di Passione".
I fatti avvenuti in questi giorni sono un vero Calvario per tutti noi e soprattutto per le famiglie delle vittime.
Il cuore di ciascuno di noi piange, ma non dobbiamo farci abbattere da questi avvenimenti, non dobbiamo cambiare le nostre abitudini.
Mia nipote è tornata dall'Erasmus in Francia da 3 settimane.
Mio figlio sale e scende da un aereo all'altro per il suo lavoro.
IO HO PAURA, ma non dirò mai a loro ed a chiunque altro della mia famiglia che ho paura, perché , i ragazzi devono seguire i loro sogni, gli adulti devono fare ciò che stanno facendo con prudenza, ma serenamente....non possiamo farci uccidere dentro, non vogliamo cambiare la nostra vita!
Ogni giorno si nasce e si muore, ogni giorno vissuto in più da ciascuno di noi, è un giorno in meno di vita, non facciamocela portare via prima del tempo stabilito per noi ,questa meravigliosa vita, che ci è stata data.
Viviamo , preghiamo, cantiamo, balliamo, sempre con il cuore rivolto a coloro che se ne sono andati inseguendo i loro sogni, i loro ideali, ma non facciamoci rubare la speranza e la voglia di vivere.....loro è questo che vogliono.
Ricominciamo ogni giorno, come se fosse una nuova vita !

"L'unica gioia è "cominciare", è bello vivere e cominciare, perché vivere è cominciare sempre a ogni istante"
Cesare Pavese

Per ciascuno di noi conta solo pregare il proprio Dio, con il cuore buono, non con la cattiveria, nessun Dio vuole la cattiveria....solo i malvagi!
Buona giornata dalla vostra nonna Pat❤

giovedì 17 marzo 2016

Spaghetti con asparagi e gamberi

La nostra pasta preferita sono gli Spaghetti, ma non ci troviamo in accordo sul tipo!
A lui piacciono fini , a me piacciono grossi, ma se ad accompagnarli , sono dei begli asparagi e dei gustosi gamberi....il numero degli spaghetti, passa in secondo piano, basta siano al dente!





SPAGHETTI CON ASPARAGI E GAMBERI


Ingredienti:
Spaghetti
Mezzo mazzo asparagi
Gamberi
Tutto qb,
olio evo, sale, pepe
poco vino bianco o brandy
noce di burro


Lavare e lessare gli asparagi per pochi minuti in acqua salata.
Intanto pulite i gamberi tagliando il sopra per togliere il filino nero, io ho lasciato il guscio, se preferite li potrete anche sgusciare.
Far insaporire i gamberi in poco olio evo,dopo qualche minuto, spruzzare con pochissimo brandy o vino bianco se preferite, far sfumare salare e pepare, poi aggiungere diversi asparagi tagliati a pezzetti, prediligendo le punte.
Scolare gli spaghetti al dente e non troppo asciutti, mettere nella padella con asparagi e gamberi aggiungere una noce di burro, mescolare velocemente e servire con una bella spolverata di pepe nero e qualche asparago per decorare il piatto.
Buon appetito dalla vostra nonna Pat ❤

domenica 13 marzo 2016

Come fai, sbagli!

A giorni iniziera'una fiction su Rai 1 con questo titolo ,sicuramente parlerà di problemi in famiglia tra genitori e figli adolescenti .
Comunque questo pensiero lo possiamo trasferire a situazioni che ogni giorno trovi sul tuo cammino , mentre sei al lavoro, mentre dai il tuo giudizio su qualcosa, guidando, mentre fai una fila al supermercato, nelle amicizie(che sempre non  sono amicizie) ,cosi anche voi molte volte vi sarete chiesti perché, come fai sbagli ?
Ti domandi come mai non ti sei saputa spiegare, ti domandi se è colpa tua
Quando poi pensa e ripensa, ti sembra di aver trovato la soluzione...ti accorgi che anche intorno a te, ci sono tantissime incomprensioni e ti imbatti continuamente in persone che si fanno la tua stessa domanda!
Perché non ci sappiano più spiegare, perché c'è sempre chi vuol darti una lezione  su qualsiasi argomento , perché siamo diventati tutti così diffidenti verso il prossimo, perché tutti vogliamo sempre aver ragione?
Prima cercavo di rispondere a queste domande, poi ho capito che anche se cerchi di spiegarti , come fai sbagli!
Allora mi sono rassegnata a pensare, che forse aveva ragione la nonna  quando parlavamo di come giudica la gente.
Lei mi diceva :" Più cerchi di spiegare , più ti affanni a cercar di far capire il tuo pensiero e peggio è!" Mi mostrava questa vecchia vignetta, sempre molto attuale e così ho capito che meglio non farsi sangue amaro se gli altri ti giudicano come tu non sei...tanto ognuno vede solo ciò che vuol vedere!
Buona domenica dalla vostra nonna Pat❤



giovedì 10 marzo 2016

PETTO DI TACCHINO ALL'ARANCIA

Da quando si dice che si deve mangiare più carne bianca , che rossa, il tacchino è diventato spesso presente nelle mie ricette.
Oggi lo facciamo velocemente all'arancia, ma se volete ritornare su altre ricette con tacchino a fine ricetta, vi allego i link.




PETTO DI TACCHINO ALL'ARANCIA




Ingredienti x4 persone
8/10 fettine di petto di tacchino
Farina
2 arance
Sale, erbe di Provenza , o trito di rosmarino e timo
olio evo
se preferite in questa ricetta potrete usare anche il burro al posto dell'olio o metà e metà





Mettere nella padella antiaderente l'olio, far scaldare e porvi le fettine di tacchino precedentemente infarinate.
Far cuocere per qualche minuto, da una parte, poi rigirare e portare a cottura da ambo le parti.
Salare ed aggiungere le erbe di Provenza o il trito di rosmarino e timo.
Spremere un'arancia e mettere a questo punto il succo sulle fette di tacchino, far insaporire e ritirare, poi aggiungere anche le fette della seconda arancia.




Servire le fettine con il sughetto formatosi e le fette di arancia, che serviranno non solo per dare un bell'aspetto al piatto , ma come contorno.
Come sempre una ricettina , semplice e veloce per dare al tacchino una veste più gustosa, che piacerà anche ai vostri bambini.
Buon appetito dalla vostra nonna Pat❤

Link per rietto con tacchino:
http://nonsisfuggeallaproprianonna.blogspot.it/2015/11/coscia-di-tacchino-al-forno-con-patate.html

http://nonsisfuggeallaproprianonna.blogspot.it/2015/01/petto-di-tacchino-al-latte.html
Intanto ve ne ho postate 2 ...ne ho fatte veramente tante ci vorrà un post solo per il tacchino !!


domenica 6 marzo 2016

Chi di voi è una Rompiballe ???

IO....so di essere una rompiballe !!
A me i rompiballe mi stanno anche un pò antipatici, ma non ci posso fare nulla sono nata sotto il segno "dei rompiballe".
Forse non lo saranno tutti , ma il mio segno dei Pesci, è pienissimo di persone rompiballe convinti di esserlo, ma senza speranza per chi ti sta accanto ah ah
Ma come ,dirà qualcuno di voi, tu così sorridente, che sembri il ritratto della tranquillità , sei una rompi ??
Lo sono sempre stata fin da piccola,ve ne sarete accorti anche leggendo i miei racconti , che non ero una bambina facile e remissiva, non sono mai stata cattiva anzi,basta farmi fare tutto quello che voglio ah ah






Mio marito , dice che gli movimento la vita , ma i miei figli fin da piccoli non hanno mai perso occasione per farmelo notare.
Non sono rompi in tutto , sono una rompi diplomatica..in genere sono molto educata nel chiedere che si faccia una certa cosa in un certo modo....ma chi mi conosce sa che se non si leva subito il pensiero per accontentarmi , continuerò a martellare prima con diplomazia ...e dopo rompendo alla grande.
Però dai , credete proprio che sia un gran difetto quello di volere che le cose siano fatte bene ? Che si faccia il proprio dovere ? Che non ci si accontenti di risultati mediocri, ma si aspiri a fare il meglio ?
Sono stata così anche con i miei figli...che quando erano adolescenti, mi hanno persino regalato una sacca con scritto "PER RACCOGLIERE TUTTE LE PALLE CHE LASCI IN GIRO " ah ah ...la conservo ancora come ricordo di quel bellissimo e burrascoso periodo che si trascorre con i figli adolescenti !!
Anche se permissiva, sono stata una mamma rompi, per lo studio, per l'ordine, per il dovere prima del piacere, per la scelta della scuola, per la scelta delle amiche e non ho mai nascosto le mie simpatie ed antipatie nei confronti dei vari amorini che si sono affacciati nella vita dei miei figli.
Penso che più o meno tutte le mamme siano così, se non vogliono lasciare l'educazione dei figli al caso.
Sarebbe molto più semplice lasciar perdere, ma io che venivo da un padre rompi....ho seguito spesso il suo esempio, creandomi anche dei momentanei nemici in famiglia per come cercavo di ottenere il meglio dai miei figli , ma non me ne pento.
I risultati mi hanno dato ragione....sia con i figli che sul lavoro, non ottieni risultati se non sei abbastanza rompiballe.
Come ho raccontato, per tante cose sia io che mio marito siamo stati anche molto permissivi, ma per la scuola e l'educazione..io ero abbastanza col fiato sul collo, per me si poteva e doveva fare sempre di più!
Non sempre sono stata ascoltata , ma a conti fatti ti accorgi che se rompi, poi vieni più apprezzata che se lasci sempre fare senza insegnare.
Sul lavoro ho rotto le scatole a tutte le commesse che ho avuto, ma hanno imparato tanto che anche adesso chi mi incontra dopo tanti anni mi dice  che le ho fatte nere ,ma che mi ringraziano ed anche se sicuramente a quei tempi mi hanno spesso ,dentro di loro, mandata a quel paese, oggi capiscono che non avrebbero imparato nulla , se io non fossi stata tanto rompiballe...e ci facciamo anche una risata insieme!
Non voglio sempre aver ragione, anzi se ho torto, perché nessuno è perfetto, lo riconosco e ne possiamo parlare e chiederti scusa,altrimenti sarei doppiamente rompi ah ah
Alla fine di questa chiacchierata direte sicuramente, che ho rotto ...anche a voi, ma se poi ci riflettete, forse riconoscerete, che si ricorderà sempre di più chi ha cercato di insegnare anche rompendo ,che chi per fatica, ha lasciato sempre tutto al caso!
Se non vi rompe troppo, vi aspetto sul blog ah ah
Buona domenica dalla vostra nonna Pat❤


sabato 5 marzo 2016

TORTA AL COCCO CON NUTELLA

La ricetta di questo dolce me l'ha suggerita la mia nipotina Bianca.
Quando le ho chiesto che dolce voleva per il suo compleanno, mi ha detto:
"Nonna prendiamo una ricetta dal Nintendo"ha acceso il suo giochino ed ha trovato questa torta, mi ha dettato gli ingredienti ed il procedimento ed io l'accontentata ed è venuta molto buona...ormai farà parte delle nostre torte preferite!




TORTA AL COCCO CON NUTELLA




Ingredienti
350 g di farina 00
150 g di farina di cocco
180 g di burro
200 g di zucchero
300 ml di latte
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 bustina lievito da 16 g
3 uova
pizzico di sale
Una confezione di nutella da 400 g




In una ciotola mettere 100 grammi di farina di cocco a reidratare con 200 ml di latte, mescolare e lasciare che il cocco assorba il latte.
Nel frattempo sciogliere il burro a bagnomaria ed appena è freddo mescolare con lo zucchero.
Aggiugere  un uovo alla volta continuando a mescolare con le fruste, poi farina, bicarbonato lievito mescolare ancora, aggiungere cocco reidratato ed i 100 g di latte rimasto



.Appena tutto sarà ben amalgamato imburrare una tortiera di 24 cm e porre il composto.
Mettere in forno statico a 180 gradi x 60 minuti.




Dopo 30 minuti se comincia a scurire troppo, coprire con carta argento.
Togliere dal forno, far raffreddare , poi tagliare a metà.




Ricoprire la superficie con Nutella (nella ricetta non era scritto , ma per far si che la nutella fosse più morbida e spalmabile, l'ho mescolata con panna da cucina !



Che oltre alla morbidezza da anche la lucentezza)





Rimettere sopra la parte tagliata, ricoprire con altra nutella e con il cocco avanzato...




Io ho abbondato ed ho ricoperta tutta di cocco per poi scrivere con il cacao Happy birthday , ma potete anche fare solo una spruzzatina di cocco per decorare...magari aiutandovi con delle formine.




Non è una torta leggerina, ma buonissima...vi consiglio da farla se siete in molti, perché fa molta comparsa..noi l'abbiamo mangiata in 10 persone.
Buon dessert dalla vostra nonna Pat❤

venerdì 4 marzo 2016

RADICCHIO ROSA CON AVOCADO

Non avevo mai visto un radicchio di questo colore, è bellissimo ed anche molto delicato.
Sicuramente la semplice insalata che ho fatto sarebbe stata buonissima anche con il radicchio trevigiano...questa è solo un pò diversa !!




RADICCHIO ROSA CON AVOCADO





1 cespo di radicchio
1 avocado
2 uova
olio
sale pepe
Poco limone



Tagliare al radicchio la parte finale , stando a circa 5 cm, per far rimanere il fusto in piedi ed usarlo al centro della nostra insalata.
Lavare bene , foglia per foglia e deporre su un vassoio, dopo aver tamponato perchè non risultino bagnate.



Porre al centro del vassoio il fusto del radicchio che si aprirà come se fosse un fiore


Decorare con avocado tagliato a pezzetti e spruzzare il tutto con poco limone , per non fare annerire l'avocado.
Intanto strapazzate 2 uova ed appena saranno pronte , sbriciolatele sull' insalata.
Poco sale ,pepe ed olio ....ed il gioco è fatto !!
Semplice , bello d vedere e molto sano !!

Buon appetito dalla vostra nonna Pat❤


giovedì 3 marzo 2016

PENNE CON CICORIA E PECORINO SARDO

I primi piatti con verdure sono sempre molto graditi a casa mia e sono considerati  anche molto delicati.
In questa ricetta con pecorino sardo , il sapore è più deciso ed assomiglia  vagamente al cacio e pepe romano, perciò un pò più saporito ,ma ugualmente molto digeribile.




PENNE CON CICORIA E PECORINO SARDO



Ingredienti x 4persone
350 grammi di penne o 400 se siete abituati ad un etto a testa
Un mazzetto di cicoria
Formaggio sardo con il pepe
Aglio, olio, sale pepe





Lavare accuratamente la cicoria , togliendo i gambi finali e spezzettarla.

In un tegame , mettere olio e 2 spicchi di aglio, a cui avrete tolto" l'anima",cioè il pezzettino centrale che rende la digestione difficile.
Far insaporire leggermente, poi mettere la cicoria a pezzetti .
Dopo pochi minuti aggiungere le penne a crudo, come si fa per il risotto ed aggiungere subito del brodo vegetale caldo, che avrete preparato in precedenza.
Essendo il brodo già salato , non risalare subito le penne , semmai aggiustare di sale quasi a fine cottura, perchè ritiradosi il brodo, potrebbe risultare troppo salata se si aggiunge prima il sale.
Far cuocere la pasta nel brodo e cicoria, fino a cottura ultimata , cercando di non far rimanere la pasta asciutta al punto giusto.
Quando è a fine cottura, grattare il pecorino direttamente nel tegame e rigirare velocemente.

















Servire con ancora una bella  spolverata di formaggio e pepe
Buon appetito dalla vostra nonna Pat❤

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...