domenica 31 luglio 2016

MI DIVERTO CON IL MIO CERVELLO

In questi giorni si sono dette e raccontate tante storie ed episodi per ricordare Marta Marzotto, dopo la sua scomparsa avvenuta venerdi.
Di tutto quello che ho ascoltato, una sua frase mi ha colpito tantissimo perché l'ho sentita mia:
"MI DIVERTO CON IL MIO CERVELLO!"
Che verità per me e sopratutto che fortuna potersi divertire grazie al proprio cervello anche in età matura, non farsi sopraffare dall'apatia .
Avere un cervello attento  pronto, che non si rinchiude in se stesso , ma si apre al mondo alla bellezza ed anche alla bruttezza che ti circonda, che è sempre attento a recepire gli imput che ti arrivano , ma che è anche il tuo miglior compagno di vita, quello che ti conosce meglio di tutti !!
Quante volte prima di addormentarmi o la mattina presto mentre la casa è in silenzio, mi diverto con il mio cervello!! Capiterà anche a voi di stare a pensare, riflettere od inventarvi storie, che poi avrete voglia di raccontare,di fare progetti solo vostri con la complicità del vostro cervello, progetti che forse non realizzerete, ma che intanto danno l'illusione di averci provato ed il cervello è lì con te,conosce tutto quello che nessun altro ancora sa,ti fa accendere la famosa lampadina di Archimede,o ti fa riflettere prima di farti dire cose di cui ti pentiresti.
Il mio cervello mi ha fatto sempre divertire fin da piccola, quando ancora non era diventato razionale e mi aiutava a combinarne di tutti i colori, mi ha anche tanto coccolata e protetta in periodi in cui ne ho avuto bisogno ...per questo lo ringrazio infinitamente !!
A volte lo devo tenere a freno, perché è sempre stato molto in movimento.
Adesso lo sto un pò mettendo alla prova , con tutta questa tecnologia, ma ci stiamo divertendo da pazzi io e lui da quando abbiamo scoperto Internet!!



Non so fino a quando reggeremo, non so se tra un pò ci dovranno resettare  per quante cose stanno passando per questo vecchio cervellino,ma spero che avremo ancora tanto tempo per divertirci,per imparare,per amare , per soffrire, per ragionare , per insegnare !
Spero solo che non capiti un giorno che il mio adorato compagno mi lasci sola con il mio corpo, o che non sia il mio corpo a lasciarmi sola con il mio cervello, sarebbe terribile , accade più frequentemente di quanto si pensi!
Ti prego cervello caro, siamo stati e stiamo così bene ancora insieme....quando deciderai di essere troppo stanco, non mi lasciare sola, portami con te ...e continueremo a farsi venire idee anche in un mondo, forse fantastico, ma che nessuno ci ha mai raccontato !!
Buona domenica dalla vostra nonna Pat ❤

domenica 24 luglio 2016

AL DNA NON SI SFUGGE

Nel libro di cui vi ho parlato 2 settimane fa, l'autore definiva i nipoti i nostri piccoli vendicatori.Io non sono d'accordo, lo trovo un termine troppo crudo, definirei i nipoti "i nostri piccoli realizzatori di sogni", perché guardandoli, parlandoci ci accorgiamo che molte delle cose che pensiamo che ci piacciono, che volevamo fare, sono le stesse che piacciono più ai nostri nipoti, che ai nostri figli.
In ognuna delle mie nipoti, ritrovo un po'di me, non parlo di assomigliaza fisica li ho seminato poco,ma nel carattere nelle affinità, so di lasciare molto.
I miei figli non so se ne accorgono, forse non sempre e non ancora, ma io lo sento lo percepisco e mi fa così piacere capire che non si sfugge ai propri nonni ,grazie al DNA !
Certo se non si va d'accordo con il suocero o la suocera e ti trovi un figlio od una figlia, che ogni giorno ti gira intorno, ricordandotela fisicamente, è dura a digerire, ma se tutto fila liscio e ritrovi nei figli  caratteristiche dei tuoi genitori o suoceri,è un modo per sentirteli vicini !



Avendo 5 nipoti, non sto ad elencare cosa di ciascuna di loro ci accomuna, mi limito solo ad osservare la più piccola, che esteticamente ha preso tutto dal nonno, mio marito, ma che quando si tratta di passione per la moda, è quella che mi assomiglia di più.
Vi ricordate il racconto di me bambina che non volevo le scarpe bianche con l'abito rosa? Ecco lei è così, ha un gusto deciso, spiccato e fantasia nello scegliere.
Se la portiamo con noi a fare campionari, azzecca sempre il modello giusto, se apre l'armadio, difficilmente fa abbinamenti sbagliati e se si trova in mano uno straccio riesce a  metterselo addosso come fosse un bellissimo foular....io ero così!
Quando la settimana scorsa in spiaggia ha preso 2 asciugamani di microfribra di Tezenis ed ha detto "Nonna posso farti un abito?"Io ho pensato subito ad un pareo, lei ha detto che il pareo è troppo normale,mi è girata intorno, mentre dagli altri ombrelloni ci guardavano, io l'ho lasciata fare.



Volevo fare la stilista da ragazzina, come deludere il suo estro!
Mentre lei si dava daffare a realizzarmi l'abito,ho rivisto me bambina, ma quando ha finito ho deciso che è molto più brava.
Guardate che modello ah ah !
Chissà che questa mia nipotina.....realizzi il sogno che aveva la sua nonna da bambina....
Osservateli i vostri nipotini, quante cose rivedrete di voi,ma non ditelo ai loro genitori, altrimenti quando li sgrideranno per qualcosa diranno loro:
"Assomigli tutta tua nonna! "
Buona domenica dalla vostra nonna Pat❤

sabato 23 luglio 2016

VITELLO TONNATO ...DIVERSO

Adoro il vitello tonnato con quella cremina stupenda sopra.
Il migliore in assoluto l'ho mangiato in Piemonte e fatto da mia nuora che abita lì.
Ma se vogliamo fare un vitello tonnato veloce ...diverso ,possiamo adottare questa ricetta che fa Sandro
vi ricordate il bar- ristorante di fronte a negozio !!




VITELLO TONNATO .....DIVERSO





Ingredienti:

Girello di manzo
odori per il brodo
carote,sedano pomodori insalata per accompagnare con le fette di vitello
tonno in scatola , maionese per fare la salsa


Lessare il girello in acqua calda con tutti gli odori, far cuocere per circa un ora , poi far raffreddare.
Tagliarlo a fettine sottilissime e conspargere ogni fettina con una salsa maionese tonno ,capperi che avrete preparato frullando il tonno ed i capperi ed aggiungendo da ultimo la maionese , possibilmente fatta in casa.
Preparare piatti singoli, disponendo le fettine di girello riempite di salsa , l'insalata e tutte le verdurine che vi piacciono, pomodori , carotine, peperoni , finocchi ...quello che preferite.

Vi ricordo come fare la maionese casalinga in un attimo :
Mettere un uovo intero con 250 ml olio di semi. nel bicchiere del mixer ,aggiungere poco sale.
Frullare tenendo il mixer fermissimo fino in fondo al bicchiere.
L''uovo inzia a montare ed indurire .
Tenere  sempre fermo il mixer frullando,appena pronta circa 3 minuti spengere ,ma non togliere il mixer , aggiungere qualche goccia di limone o aceto riaccendere ed è pronta

Buon appetito dalla vostra nonna Pat <3

martedì 19 luglio 2016

TEGAMACCIO DI COZZE E VONGOLE

Vi consiglio di provare questa ricetta facilissima....ma favolosa!


TEGAMACCIO CON COZZE E VONGOLE








Ingredienti:
1sacchetto di cozze
1sacchetto di vongole
fagioli cannellini 1 confezione da 400 grammi
(se li avete freschi ancora meglio)già cotti
aglio, qualche pomodorino datterino, prezzemolo
olio, sale pepe
un peperoncino intero
1 bicchiere di vino bianco
fette di pane arrostie



Per questa ricetta è necessario avere un tegame di coccio.
Mettere 3 spicchi di aglio a pezzetti in olio, aggiungere poco prezzemolo ed un peperoncino intero, far insaporire, poi aggiungere le cozze e le vongole ben lavate e pulite, un bicchiere di vino bianco, i fagioli scolati dal proprio liquido, sale pepe e chiudere con il coperchio la vostra pentola di coccio.


Tenere sempre chiuso per circa 10 mminuti, controllare se tutte le cozze e vongole sono aperte....vedrete che gli ingredienti, si saranno amalgamati, ci saranno delle cozze e delle vongole ripiene di fagioli ....servite con fette di pane arrostite.
Vi garantisco che appena servirete questo semplice piatto, vi faranno l'applauso!
,


Io l'ho fatto a mio marito, perchè questa bella ricetta l'ha fatta lui!
Buon appetito da nonno Bruno e nonna Pat❤

lunedì 18 luglio 2016

SALMONE in INSALATA e TAGLIERINI AL SALMONE

Quando si ha fretta e poca voglia di cucinare il SALMONE o fresco o affumicato è un ottimo aiuto
A noi piace in entrambi i modi !!


TAGLIERINI AL SALMONE fresco

ed INSALATA AL SALMONE AFFUMICATO







Una fetta di salmone fresco
Taglierini qb
un cucchiaio vino bianco
un cucchiaio panna da cucina o yugurt
prezzemolo,spicchio aglio
sale e pepe


Insalata
Avocado
Carote
Patate
Fette di salmone affumicato( abbondante)
olio,aceto balsamico


 Per il primo

In una padella mettere olio, poco aglio ed il salmone spezzettato, far insaporire velocemente, bagnare con cucchiaio di vino bianco,salare ed aggiungere della panna liquida o yugurt se non digerite la panna .
Appena cotti i taglierini ,passarli velocemente nella salsa e spolverizzare con prezzemolo tagliato finissimo ,servire con spolveratina di pepe


Per l'insalata

Lessare le patate , lavare l'insalata, tagliare le carote a rondelline e l'avocado a pezzetti.
Assemblare tutto spruzzando con poco limone  emulsionato con olio sale e pepe. aggiungere sul'insalata il salmone a fette , condire con ancora olio ed aceto balsamico .
Tutto semplice, ma .....semplicemente buono!!
Buon appetito dalla vostra nonna Pat




domenica 17 luglio 2016

Poesia babbo

Oggi non ho un racconto pronto !
E' stata una settimana molto impegnativa bella perchè vissuta con le mie nipotine, triste per i fatti accaduti .
Sono andata a vedere tra le bozze se c''era qualcosa che avevo salvato per pubblicarla in seguito.
Non ho trovato racconti,ma solo questa poesia che molte di voi hanno letto e commentato...la ripubblico per chi è un nuovo amico o per chi ha voglia di rileggerla !
In tempi dove ogni giorno accadano fatti così brutti da lasciarti senza parole, il pensiero dolce e semplice di un babbo anziano, riempie il cuore di tenerezza!
Buona domenica dalla vostra nonna Pat❤

Guardando una vecchia sedia di cucina
stavo pensando se buttarla via
ma vi ho rivisto te che eri bambina
e mi ha fatto ricordar la casa mia
Su quella vecchia sedia di cucina
ricordo la tua mamma indaffarata
che voleva darti a forza la pappina
e ti ho rivista tutta impiastricciata
Ma guarda un po' Patrizia a che son giunto
non avrei mai potuto immaginare
che nella vita arrivati ad un certo punto
anche una sedia ti può far sognare !
Questa bella e suggestiva immagine e'di Patrizia Minelli, che ringrazio e ringrazio anche Mariella Gaspari per averla trovata per me❤❤

venerdì 15 luglio 2016

FANTASIA DI SPIEDINI

FANTASIA DI SPIEDINI

Questa meravigliosa immagine me l'ha mandata mia nuora....parla da sola non c'e bisogno neppure di spiegarla troppo !
E'una splendida idea per risolvere una cena in piedi o per servire con fantasia dei meravigliosi stuzzichini in questa calde sere estive!
Ogni spiedino e'composto o di tutte verdure, verdure e pesce, polpettine e pomodori, spiedini di caprese...date sfogo alla vostra fantasia ed otterrete questo splendido risultato ideato da Letizia!
Buon appetito da Letizia e nonna Pat❤

domenica 3 luglio 2016

L'ADOLESCENZA DEI NOSTRI FIGLI

Ogni giorno nel nostro negozio ci capita di vedere delle trasformazioni enormi nei ragazzi e ragazze che da una stagione all'altra vengono a vestirsi a Minimoda.
Ragazzi che conosciamo da appena nati e che sognavano di venire a comprare nel nostro negozio, che arrivavano allegri e contentissimi di trovarsi nuovamente insieme a noi, capita che arrivino con il muso lungo, come costretti a venire da mamme o nonne .
I genitori sono spesso imbarazzati da questo insolito comportamento, ma noi che ormai abbiamo visto diverse generazioni li rincuoriamo, sappiamo che questo momento è difficile sia per i figli che per i genitori ed anche per noi che ci vediamo sfuggire un ennesimo cliente che ha raggiunto l'adolescenza!
Ieri mia figlia sulla sua bacheca ha pubblicato tante foto della sua adolescenza, insieme ad amiche che ancora frequenta, una foto in particolare mi ha riportato alla mente un periodo che ora mi fa un po' ridere, ma allora mi faceva molto arrabbiare.
Credo che i miei figli abbiano avuto una bella adolescenza, con 2 genitori giovani e molto disponibili, ma mentre il maschio non mi ha mai dato preoccupazioni, mi sono trovata in conflittualità continue con mia figlia.
Era sempre stata e per fortuna, passato quel periodo è tornata ad esserlo, una figlia stupenda, una bambina dolcissima allegra, buffa, affettuosa, ma dai 13 ai 15 anni ,da un giorno all'altro, mi sono trovata una estranea in casa .
Mi ha preso in contropiede, non ero preparata a questa trasformazione!
Non si poteva più farle un complimento, un rimprovero, un consiglio, era tutto sbagliato quello che facevo, mi contestava su tutti i fronti e faceva di tutto per mettere alla prova la mia pazienza!
Ho provato vari metodi, dolci, pazienti,comprensivi, ma niente!... sembrava goderci nel vedermi così buona e compiacente!
Ho provato con la severità, il distacco, ma sembrava che ci stessi  più male io di lei se la tenevo a distanza!
Passavo notti in bianco a capire come dovevo comportarmi, ma non ne venivo a capo, comunque facevo per lei sbagliavo!
Erano un gruppo di ragazzine tutte amiche fin dall'infanzia e noi mamme eravamo amiche comuni, ma le altre non erano cambiate come lei ed io ci stavo malissimo.
Poi venne il giorno del quindicesimo compleanno e decisi di farle una festa a sorpresa.
Quando arrivò a casa e tutte le sue amiche le corsero incontro appena lei aprì la porta, si commosse e dopo aver baciato tutte venne verso di me e mi abbracciò e ringraziò.



Mi sembrò di ritrovare in quell'abbraccio sincero la mia stupenda bambina che da 2 anni era diventata un altra e contenta di avere questa volta indovinato cosa le faceva piacere, mi rilassai e mi godetti la sua felicità sicura che avevamo finalmente risolto questo problema.
La mattina dopo avevo un campionario a negozio ed andai tutta contenta a lavorare.
Verso le 11 lei arrivò a negozio con il solito muso di prima e quando la salutai e le dissi qualcosa che non ricordo, mi guardò e con una faccia scocciata mi disse:
"Che noia avere una mamma come te!"
Non so quale molla scattò dentro di me, ma questa frase ebbe un effetto così forte e contrastante con la gioia che avevo provato la sera prima dopo tanto tempo di arrabbiature, che non ci vidi più!
La presi per un braccio poi per i capelli le detti tante di quelle botte, che il rappresentante impaurito nel vedermi una furia scatenata, cercava di levarmela di sotto ed io diventavo sempre più arrabbiata che ci mancò poco che picchiassi anche lui.
Fu la prima e l'ultima volta che ho messo le mani addosso ai miei figli, non lo avevo mai fatto, ma quel giorno non so dove potevo arrivare e chi mi dava tanta forza.
Mi guardò impaurita, si era trovata spiazzata dalla mia reazione, io non mi feci assolutamente intenerire e le promisi che se avesse continuato a comportarsi così, questo era solo l'inizio.
Non so cosa le passò per la mente, non glielo ho mai chiesto, mi avrà odiato, non me ne importava nulla volevo solo che tornasse a rispettarmi e non mi sono mai pentita di averle dato quella lezione.
Lo racconto spesso alle mamme delle adolescenti, cerco di far loro capire che le femmine più brave sono state da piccole e più cercano di imporsi sulla mamma !
Tutto ritornò al suo posto, forse era già passato il periodo critico, se quella lezione servì non lo so, dovrò ricordarmi di chiederglielo, dato che poi è diventata la figlia migliore che si possa desiderare e che fra pochi anni anche lei avrà delle figlie adolescenti!
Buona domenica dalla vostra nonna Pat❤


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...