domenica 29 maggio 2016

RESILIENZA

Mi girava d'intorno da tempo questa strana parola .
Nei libri che leggo, in articoli di giornale, nelle poche volte che seguo la televione.
Una parola difficile, affascinante, importante, tanto tanto importante per affrontare la vita.
Come si fa a spiegarla ?
Semplice si va su Internet,si fa un copia incolla e si pubblica una delle tante spiegazioni che si trovano.
Ma se la resilienza è una parola che senti tua, che hai provato, che hai vissuto e che continui a mettere in pratica ogni giorno, vuoi cercare di spiegare con parole tue quello che hai appreso documentandoti.

La resilienza è un dono che non sempre si riceve solo dal DNA, è un ottimismo innato, quell'ottimismo che ti fa vedere il bicchiere mezzo pieno, quella spinta che ti fa rialzare tutte le volte che pensi di non potercela fare, quella grinta e forza che non sapevi di possedere fino al momento in cui non scopri che devi assolutamente farcela.

La resilienza è anche rappresentata da un credo morale o anche religioso, che di fronte a prove difficili, ti aiuta ad affrontare le paure senza sentirsi vittima.

La si scopre solo dopo averla conosciuta in situazioni difficili della vita, ma la mettiamo in atto ogni giorno con la nostra forza di volontà.
Quando ci poniamo degli obiettivi da raggiungere, quando non ci pieghiamo davanti alle difficoltà, quando non usiamo il condizionale, dicendo vorrei, potrei, ma diciamo voglio, posso,  mettiamo in pratica questa parola.
Quando ero piccola ed adolescente non conoscevo questa parola, ma osservavo il comportamento di mio padre, con il quale affrontavo le difficoltà che la vita ci aveva fatto conoscere e credo sia in quel momento che si è sviluppata.
Ho cercato di metterla in pratica in tanti periodi della vita, nel lavoro, nella malattia, nel lutto, ma chissà se questa forza resiste anche in vecchiaia o è sinonimo della forza che hai in gioventù.
Non ho trovato in nessuna ricerca su internet, se la resilienza ha un età, una stagione o se rimane impressa come una cicatrice in chi ce l'ha.

Ringrazio Dio di avermela data al momento che ne ho avuto bisogno per affrontare cose difficili , credo che non si finisca mai di doverla mettere in pratica...
Senza la volontà, che si sia bambini che devono andare a scuola o vecchi che devono convivere con un periodo della vita ormai alla fine....senza la resilienza, sicuramente non riusciremmo a vedere ....quanto di meraviglioso ci sia stato dato!
Buona Domenica dalla vostra nonna Pat❤

17 commenti:

  1. Capacità di assorbire gli urti senza rompersi: questa la definizione scientifica.
    Siamo tutte resilienti?
    Credo che, nella maggior parte dei casi, noi donne lo siamo.
    E non credo dipenda dall'età, perché in ogni fase della vita ci troviamo a dover affrontare difficoltà e sappiamo rimboccarci le maniche ed andare avanti,piegando la schiena per poi tirarla su, più eretta di prima.
    E continuando a vedere il bello ed il positivo delle nostre vite che, anche nei momenti bui, sono certo che ci sia ed è molto di più di ciò che a volte, troppo razionalmente, pensiamo.
    Un gra abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Proprio così cara Emanuela, noi donne penso che siamo tantissime ad essere resilienti.
      Fortunatamente questo talento ,serve a far si che si riesca a dare positività a se stessi ed agli altri.
      Un compito che noi mamme e nonne,mettiamo in pratica ogni giorno !!
      Un abbraccio,
      Pat <3

      Elimina
    3. Cuori grandi per Katia e tutte le amiche <3 <3 <3

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Carissima nonna Pat e oggi ho imparato una nuova parola
    Se ho capito bene in poche parole, ma con un gran significato, vuol dire avere trovare la forza vedere il lato positivo di ogni situazione che la vita ti mette di fronte
    Ebbene ti chiedi se si perde con l'avanzare dell'età? Io penso di no anzi chi c'è la aumenterà e la trasmettere...si penso proprio di si...
    Perché io non c'è o meglio è nascosta e avendo vicino sia nella quotidianità o nel virtuale persone che la posseggono mi danno quella spinta che serve per vedere la situazione e affrontarla con RESILIENZA
    Un grazie a tutte che la donano ❤❤❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bellissima parola che su internet si trova spesso,carissima Katia...non so quando è stata coniata, mivoglio documentare !
      Ogni giorno ci dobbiamo mettere in gioco con questa parola e e riusciamo a metterla in pratica per noi e per gli altri,ci sentiremo lacoscenza a posto!
      Buona settimana ,un caro abbraccio da nonna Pat <3

      Elimina
  4. Che bella questa tua riflessione...a passare di qua si impara e la cosa mi piace,e molto!
    Buona giornata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lorenza, nel nostro salotto è bello incontrarsi e parlare riflettendo !
      un abbracio
      Pat <3

      Elimina
  5. Cara Patrizia! Ho imparato una nuova parola anch'io. Devo confessarti che prima da giovano affrontavo la vita meglio di ora. Non ho avuto molte difficoltà per dirti la verità e mi considero molto fortunata. Ora sono diventata un po' "pesantina" e tante cose mi danno molto fastidio. Soprattutto con le amicizie virtuali e non. Non so mai come comportarmi. Ho avuto parecchie delusioni. Da giovane ci passavo sopra ma ora non dimentico facilmente i torti subiti. Pazienza mi devo fare scivolare le cose altrimenti rovino la mia salute. Ciao cara Pat. E' stato un piacere scriverti anche stasera come se ti parlassi direttamente. Pensa che sono già passate ben tre settimane che ci siamo strette in un abbraccio. Peccato la distanza. Un abbraccio mia cara amica! (Sarà il tempo brutto di oggi che mi ha resa melanconica).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marcella, è normale che non in tutti i periodi della vita la pazienza ci sostenga!! Importante è sapere che ci siamo comportati bene.
      Essere positivi è un regalo che facciamo a noi ed a chi ci sta vicino !!
      Il tempo vola ...già 3 settuimane ???
      Spero che ci rivedremo ancora , intanto ti mando un abbraccio virtuale
      Baci , Pat <3

      Elimina
  6. Credo che la resilienza sia una specie di ancora di salvataggio , quel qualcosa che ci viene in soccorso nelle situazioni difficili che la vita ci chiama ad affrontare. E' quel "prendersi in braccio e salvarsi da soli" facendo appello a tutte le risorse interiori affinchè il dolore , la paura , lo smarrimento che ci assalgono nelle difficoltà non abbiano la meglio su di noi ...Personalmente credo sia una qualità che si "affina " attraverso l' esperienza, passando attraverso le tempeste della vita e spero non ci abbandoni mai...Un abbraccio cara Patrizia .
    Mirtilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patrizia-Mirtilla, la tua riflessione sulla resilienza, è così perfetta che non mi sento di aggiungere altro, se non ringraziarti per il tuo bellissimo commento !!
      Un caro abbraccio ,
      Pat <3

      Elimina
  7. Io penso che la resilienza è una virtù che purtroppo non tutti hanno e quindi quando ci si trova in difficoltà e non si riesce a trovare da soli un ancora di salvezza è necessario ricercare in noi stessi un'altra virtù altrettanto importante "l'umiltà"e avere il coraggio di chiedere aiuto.valentina

    RispondiElimina
  8. Che bella la tua riflessione, cara Valentina!
    Avere l'umiltà per chiedere aiuto è una dimostrazione di essere veramente grandi ed aperti al mondo.
    Brava, mi hai fatto riflettere, un abbraccio
    Pat❤

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...