venerdì 18 ottobre 2019

Mezze maniche con zucca avocado e ginger

Vi sarete accorti che in cucina  faccio grande uso di avocado.
Piace a tutti, ha molte proprietà e aiuta a realizzare piatti  buoni e veloci.
Oggi l'ho abbinato alla zucca e ginger per la pasta e fatto a crema, per fare dei crostoni.
Li faremo entrambi in questo post, perché sono semplicissimi.
Noi abbiamo mangiato sia la pasta che i crostoni nello stesso pasto ,ma è un po'troppo, possono tranquillamente  essere 2 piatti unici.


MEZZE MANICHE CON ZUCCA, AVOCADO E GINGER



CROSTONI CON CREMA DI AVOCADO ED UOVO FRITTO






x la pasta

Io ho usato 80 grammi a testa di mezze maniche, ma potrete fare anche altri tipi di pasta
100 grammi di zucca
1 avocado piccolo oppure mezzo se grande
Ginger da mettere alla fine, grattugiato o a fettine
Aglio
Olio, sale pepe



In una padella mettere gli spicchi di aglio, a cui avrete tolto l'anima, e dell'olio, aggiungere subito i pezzetti di zucca e fate insaporire.
Per cuocere meglio aggiungere un filino di acqua e tenere coperto con coperchio.
Dopo pochi minuti, salare ed aggiungere l'avocado a pezzettini.
Far cuocere insieme alla zucca per qualche minuto, aggiungendo se necessario pochissima acqua della pasta che starete cuocendo.
Scolare la pasta ed amalgamare al sughetto, aggiungendo ginger grattugiato, prezzemolo pepe facoltativi.



x i Crostoni

Pane casalingo arrostito o pane integrale
1 avocado
Limone
Ginger
Uova qb
Olio, sale pepe o erbe di provenza


Frullate con il minipiner del ginger tagliato finissimo, un avocado a pezzetti, poche gocce di limone, sale e pepe.
Create una crema, che spalmare sulle fette di pane arrostito sopra alle quali metterete  un bell'uovo fritto "all'occhio di bue" e servite subito!

Buon appetito, dalla vostra nonna Pat❤


mercoledì 16 ottobre 2019

CIAMBELLONE AL CACAO CON GLASSA ALL'ACQUA

Facile e buonissimo , finalmente un dolce che trova tutti d'accordo!
Il Ciambellone al cacao ha avuto 10 e lode, nella classifica dei dolci di nonna Pat.



CIAMBELLONE AL CACAO CON GLASSA ALL'ACQUA


Ingredienti:
150 g di zucchero semolato
3 uova
300 g farina 00
30 g di cacao
80 grammi di burro
1 bustina di lievito per dolci
150 ml di latte ( io usato di riso)


Per la glassa
100 g di zucchero a velo
2 cucchiai di acqua calda


Mescolare lo zucchero e le uova con le fruste, montando molto bene, poi aggiugere il burro fuso, continuare a mescolare ed aggiugere la farina, meglio se setacciata, io non l'ho fatto, ma venuto buonissimo.
Aggiugere il latte sempre continuando a  girare con le fruste, poi mettere il lievito ed il cacao e girate ancora.



Mettere il composto nello stampo da ciambellone, che avrete prima imburrato e cosparso di zucchero semolato.
Porre in forno statico caldo a 180 gradi per 30/35 minuti.

Far raffreddare e quando sarà pronto capolgetelo e se volete sarà buonissimo anche solo con zucchero a velo, ma se volete che sia ottimo, fate questa semplice glassa.

Mettere in un recipiente 100 grammi di zucchero a velo, iniziate a mettere insieme un cucchiaio di acqua calda ed amalgamare velocemente, poi aggiugere ancora un cucchiaio di acqua per far diventare lo zucchero a velo , un po'colloso.
Con un cucchiaio ricoprire la superficie del dolce con il composto ottenuto e lasciare che prenda la forma che vuole, poi sistemate il tutto con una palettina di silicone, ripulendo dalle varie sgorature sul vassoio e lasciar riposare perche la glassa si addensi.
Servite e prendetevi i complimenti di tutti quelli che lo mangeranno!

Buon dessert, dalla vostra nonna Pat❤

martedì 15 ottobre 2019

RICCIARELLI homemade

I ricciarelli gli avevo sempre comprati, mai fatti in casa.
La mia amica Tiz, che abita a Siena ed è un ottima cuoca , come potrete constatare dal suo blog ;
"In cucina da nonna Titti",mi ha chiamato prima di Natale per gli auguri ed insieme agli auguri mi ha dato questa ricetta velocissima ,per ringraziarla le ho passato quella della torta Pan di Stelle ...è così che interagiamo tra nonne, si parla di nipoti,di figli e di ricette....un modo per dimostrare il nostro amore cucinando!!



RICCIARELLI homemade



Vi do le dosi in un unità , io ho triplicato perchè eravamo molti per Natale
 

100grammi farina di mandorle
90 grammi di zucchero
1 albume
scorza di un' arancia grattugiata
una punta di cucchiaino di lievito per dolci
3 mandorle amare facoltative, io non le ho messe e sono venuti buonissimi
zucchero a velo abbondante



Mescolare la farina di mandorle con lo zucchero e la scoza di arancia, unire il lievito e l'albume sbattuto , non necessita che sia ben montato,poichè servirà da collante.




Si formerà così una palla appiccicosa ,ma compatta,che metterete in frigo per una notte.




Il giorno dopo ,mettere della carta forno sulla teglia del forno , conspargere la superficie con zucchero a velo.



Con un cucchiaio da dessert bagnato ,prendere un pò di impasto pressarlo leggermente e porlo sullo zucchero dalla parte piatta, cioè la forma del cucchiaino deve stare sopra.



Ogni volta bagnare il cucchiaino e continuare a riempire la teglia.



Appena pronti, conspargere con ancora zucchero a velo e mettere in forno caldo,statico a 160 gradi per 15 minuti.








Non devono colorire...sfornarli e .....GODETEVELI !!
Per  alcuni giorni saranno buonissimi, almeno penso ah ah ..
Io non ho fatto in tempo a mettere il vassoio in tavola per Natale che è rimasto vuoto in un attimo !!
Buon dessert dalla vostra nonna Pat e dalla mia amica Tiz, che ringrazio!!

domenica 13 ottobre 2019

GNOCCHI DI SEMOLINO di nonna Beppina


Una ricetta che ho sempre molto amato della cucina di nonna Beppina è:
gli gnocchi di semolino, leggeri, delicati, digeribili, profumati di burro parmigiano e noce moscata.
Anche in questa ricetta la nonna metteva tutta la raffinatezza dei suoi piatti.
Le mie amiche venivano volentieri quando lei li faceva, perché non era in uso farli nelle loro famiglie....io ho continuato questa tradizione, e quando li faccio, sono sicura di accontentare i palati di tutta la famiglia!

GNOCCHI DI SEMOLINO

X 4persone
Mezzo litro di latte
200gr di semolino
burro 50/80gr
uova 2
parmigiano grattato qb (a noi piace con tanto parmigiano circa 100g)
Sale, noce moscata

Mettere a bollire il latte, appena è caldo aggiungere il semolino a pioggia e girare con mestolo di legno, salare e girare per non creare grumi.
Appena è pronto il semolino, aggiungere 2 cucchiai di parmigiano, noce moscata, noce di burro e per ultime le uova, girare il tutto velocemente per fare amalgamare bene e versare su una spianatoia leggermente umida per non far attaccare poi o con le mani bagnate o con un matterello bagnato spianare bene facendo uno strato di circa un cm.

Far riposare e freddare, quando è pronto con un bicchierino umido
fare tanti cerchi fino ad esaurimento.


Intanto imburrare una pirofila ed iniziare a riempire con gli avanzi dei cerchi ritagliati,
spolverare con parmigiano, fiocchetti di burro e noce moscata, poi sistemare uno strato di cerchi(gnocchi) dando un' immagine ordinata ed allineata, spolverizzare ancora con parmigiano fiocchetti di burro noce moscata.

Appena pronti mettere inforno caldo a 180° finché non sono ben dorati, occorreranno 15/20 minuti.

Buon appetito
nonna Pat

sabato 5 ottobre 2019

La mia torta di mele preferita!

Ho pensato e ripensato se le mie nonne facessero la torta di mele, ma non mi è tornata in mente ! Cucinavano benissimo, ma di dolci non ne facevano molti.
Io somiglio molto alle mie nonne, i dolci non mi piace molto farli...però la torta di mele la faccio e la mangio volentieri!
Dopo aver sperimentato tante ricette di torta di mele, questa è diventata, fin da quando avevo i figli piccoli...
LA MIA TORTA DI MELE
torta di mele

4 mele
150gr farina (da un pò di tempo uso la manitoba)
150gr zucchero
3 uova
1 limone
1 bicchiere di latte
una bustina di lievito
2 cucchiai zucchero di canna


Accendere il forno a 180°
Affettare le mele dopo averle sbucciate, e spruzzarle di limone perché non si anneriscano.
Sbattere le uova con lo zucchero bianco
Mescolare il lievito con la farina ed aggiungere alle uova e zucchero, poi il bicchiere di latte, mescolare bene con una frusta ed aggiungere un limone strizzato, vedrete il composto gonfiare.


Aggiungere le mele a fettine, lasciandone alcune per decorare la torta.
Prima di iniziare la preparazione della torta , avrete preparato una tortiera con cerniera imburrata e con carta forno, per non rischiare che fuoriesca il liquido .

 Mettete il composto nella teglia e disponete le restanti fettine di mele intorno alla torta e cospargere la torta di zucchero di canna, mettere in forno statico a 180 gradi x 50 minuti.








domenica 29 settembre 2019

MAGRO CON GLI ODORI

Questa ricetta è un ricordo di bambina, delle domeniche da nonna Olimpia..
E' una ricetta ricca di sapori, che può cambiare anche ogni volta, secondo gli odori che si usa, ma rimane sempre  un gusto saporito...di quelli che ti rimangono in mente fin da grande !!!
Come ricorderete tra le mie nonne Olimpia e Beppina, c'era una gara culinaria..la Beppina preferiva fare "IL ROAST BEEF"  ( con la ricetta che vi ho dato QUI )...diceva che era più "fine"...ah ah , ma oggi voglio dare soddisfazione alla nonna Olimpia...io lo adoravo il suo:

MAGRO CON GLI ODORI







x 6 persone
1kg di magro nella rosetta , scannello o bicchiere
TUTTI GLI ODORI CHE VI PIACCIONO
carota,sedano,salvia, rosmarino, prezzemolo, timo, aglio, scalogno
mezzo bicchiere vino rosso
mezzo bicchiere olio evo
sale ,pepe



 In un tegame abbastanza alto, mettere olio a far scaldare, appena è caldo , porvi il pezzo di magro.
Far rosolare bene da tutte le parti aiutandovi con 2 mestoli di legno, per non bucare la carne.



Appena è ben colorito aggiungere tutti gli odori spezzettati e far insaporire con la carne girando spesso carne ed odori.Coprire il tegame con il suo coperchio ed ogni tanto girare il tutto perché non si attacchi. Dopo circa 20 minuti alzare la fiamma scoprire il tegame e metterci il mezzo bicchiere di vino....far sfumare, salare rigirando ancora un ultima volta il magro


.Spegnere il gas e lasciare riposare un oretta o anche di più. La carne rilascerà i suoi succhi che amalgamandosi con odori ed olio formerà un bel sughetto....che noi passeremo al frullatore e lo metteremo sulle fette di carne, tagliate fini e messe in un vassoio !!! Vi garantisco ..che non smetterete più di mangiare...aiutandovi sicuramente con del bel pane fresco .
 Ho l'acquolina in bocca mentre scrivo ah ah



Buon appetito dalla vostra nonna Pat♥

giovedì 19 settembre 2019

Oggi Trippa!

La trippa non è in genere un piatto che piace ai bambini, ma io dovevo essere una bambina buongustaia fin da piccola ..perché mi è sempre piaciuta ah ah ah
A Firenze la trippa si può mangiare nelle migliori trattorie, ma se vogliamo un panino con la trippa ci sono dei chioschi o delle piccole botteghe che la fanno buonissima e la servono con salsa verde dentro un croccante panino ed è un vero piacere!
Le mie nonne la facevano entrambe bene, sia semplicemente in insalata ....o ancor meglio




                                                LA TRIPPA ALLA FIORENTINA

Prendere in macelleria della trippa già lessata che sia freschissima,sicuramente avrete una macelleria di fiducia.
Io prendo Metà nella cuffia e metà nella parte più liscia o leggermente spugnosa.
Carota , sedano , cipolla
1 bicchiere vino rosso
1 bicchiere di passata di pomodoro
sale pepe, se vi piace maggiorana scorzetta di limone tagliata finissima
olio
parmigiano

Lavare bene la trippa, poi asciugarla leggermente e farla a striscioline, porla in un tegame dove avete fatto rosolare in olio la cipolla il sedano e la carota tagliati a piccoli pezzi la scorzetta limone.

Far insaporire la trippa con gli odori finché non ha perso tutta l'acqua, quando si sarà prosciugata aggiungere il vino rosso e far ritirare, poi la passata di pomodoro sale e pepe e far cuocere a fuoco basso per circa un' ora...se necessario aggiungere poca acqua calda.
Appena è cotta ed avrà un bel sughetto, spengere il fuoco spolverare la trippa con abbondante parmigiano e servite..
Non avrete parole per commentare....da quanto sarà buona!

Buon Appetito con la Trippa alla fiorentina di nonna Pat!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...