mercoledì 20 settembre 2017

IL PAN CON L'UVA

Per me non ci può essere Settembre senza "IL PAN CON L'UVA", in Toscana si chiama così poi c'è chi questo dolce lo chiama " Schiacciata con l'uva "...ogni famiglia ha la propria ricetta , chi lo ama più alto , chi lo vuole più basso...chi con il "richiccolo"parola del gergo contadino che significa con tanta uva dentro e zucchero da creare quasi un caramello !!
Io lo amo con il richiccolo , che la pasta non sia troppo alta tipo pane, ma non viene sempre uguale spesso dipende dall'uva o da come è stata tirata la pasta!!
Vediamo come è venuto questa volta ah ah





IL PAN CON L'UVA



 


400g Farina (io ho usato la Manitoba, ma va bene anche la 00 )
200g di zucchero
1 cubetto di lievito
1kg uva (io usato uva fragola)
sale , olio evo
Mescolare la farina, il sale 4 cucchiai di olio
Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida ed aggiungere 4 cucchiai di zucchero
Fare l'impasto e fare lievitare un ora
dopo un ora prendere 2/3 dell'impasto e stendere una sfoglia sottile
rivestire una teglia con bordi alti con carta forno ed adagiarvi la sfoglia
ricoprire con 700g di uva 3 cucchiai di zucchero ed giro di olio
tirare il resto della pasta stendere sopra il primo strato e ricoprire con uva rimasta zucchero ed olio.
Porre in forno caldo statico a 180g per un ora , ma verso i 50 minuti controllare a volte secondo il tipo di forno sono sufficienti.
E' venuto molto buono ....ma  secondo me l'uva necessitava ancora di maturazione ...e la sfoglia per far veloce non era abbastanza tirata come piace a me....tutti hanno detto buono ed è finito in un attimo....ma la prossima volta lo voglio fare  più fine e con più "richiccolo" ah ah
Buona merenda o buon dessert, dalla vostra nonna Pat
  ♥

martedì 19 settembre 2017

FAGIOLI FRESCHI IN BIANCO ED ALL'UCCELLETTO

In questo periodo si trovano fagioli freschi di varie qualità, molto diversi da quelli che siamo abituati ad usare secchi ...un sapore STUPENDO...vale la pena un giorno ogni tanto di fare un bel piatto di fagioli al posto della carne o del pesce...una vera bontà !!!
Sapete quanto io sia una sostenitrice dalla pentola a pressione, ma i fagioli freschi ..NO....troppo buoni per rischiare di non ottenere la cottura perfetta...allora vi consiglio IL COCCIO...
Può sembrare antico come metodo, ma se ne possedete uno provate, 40 minuti di bollitura ..ed avrete dei fagioli..MERAVIGLIOSI !!



 FAGIOLI FRESCHI ALL'OLIO ED ALL'UCCELLETTO

Sgranare i fagioli è un passatempo che piace molto ai bambini...fatevi aiutare o fateli pulire a loro ...sicuramente lo faranno volentieri e si divertiranno!
Lavare i fagioli dopo averli sgranati e porli in un tegame di coccio se lo avete (va bene anche una comune pentola )  in acqua fredda.
Aggiungere foglie di salvia, un rametto di rosmarino, uno spicchio di aglio con la buccia, mettere a bollire a fiamma media coperto, salare a metà cottura.
Tutto qui, fate in modo che i fagioli bollano dolcemente senza fretta, questa è una semplice ricetta ....ma vuole un pò di tempo. Io avendone sempre poco, li faccio quasi sempre la sera per il giorno dopo.


Una volta cotti, meglio sarebbe consumarli subito, ma anche il giorno dopo sono ottimi.

Per farli  "ALL'UCCELLETTO" 
 (cioè al pomodoro ) 
         
Mettere in un tegame uno spicchio di aglio ..chi non lo ama usi scalogno, far insaporire ed aggiungere se l'avete della pomarola di pomodori freschi, oppure della passata.
Far insaporire ed aggiungere i fagioli con pochissimo liquido di cottura, se vi piace poco peperoncino ed ancora salvia fresca.
Pronti per mangiarli...per noi piatto unico.....troppo buoni per mescolare sapori !!



Ottimi anche semplicemente tolti dal loro liquido e conditi con solo olio crudo
e macinatina di pepe !!! 



Anche oggi una ricetta  facile  e buonissima !!!!

BUON APPETITO con la vostra nonna Pat !!

lunedì 18 settembre 2017

OGGI LA MIA TORTA DI DONOUTS...è dedicata ai 20 anni delle mie nipoti gemelle!!!

Oggi voglio pubblicare la ricetta della torta  che faccio per i compleanni delle mie nipoti .
                                            ♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥


   

TANTISSIMI AUGURI DI buon compleanno ad
ANNA e MARTA...LE MIE NIPOTI GEMELLE♥    



     TORTA DI " DONOUTS E MASHMELLOWS"
   ♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥
      DEDICATA A VOI





 QUESTA è SOLO VIRTUALE ..

care GEMELLE DEL mio ♥...per i vostri meravigliosi 20 ANNI....
Con tutto il mio amore per voi !♥♥♥♥

NONNINA VOSTRA !!!!!





QUANDO VERRETE LA TROVERETE VERA A CASINA DEI NONNI !!! 

Se volete imparare a farla vi dico come fare:
500g farina00
un cubetto lievito
200 ml latte
80 g burro
2 uova
4 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di rum
1 pizzico di sale
olio per friggere
PER LA GLASSA:
Tavoletta cioccolato fondente
3 cucchiai di latte, un cucchiaio di liquore al cioccolato

Sbriciolare il lievito in un goccio di latte tiepido, versare 2 cucchiai di zucchero e mescolare energicamente .Aggiungere  farina un uovo per volta, il resto dello zucchero+ pizzico di sale, il rum ed il burro fatto prima ammorbidire fino ad essere liquido
.Lavorare  il composto fino a renderlo liscio poi metterlo a lievitare x 2 ore ben coperto.
Stendere la pasta sulla spianatoia con il matterello infarinato, fino a renderla alta 1 cm.
Ricavare delle ciambelle e lievitare un altra ora(segreto per fare le ciambelle se non si ha il coppapasta  tagliare con il bordo di una tazza umida ed il buco farlo con l'imboccatura di una bottiglia di plastica).
Intanto preparare la glassa, facendo fondere il cioccolato a bagnomaria con acqua e rum.
Friggere velocemente in abbondante olio , le ciambelline 15 secondi circa, appoggiare su carta assorbente, poi una per una intingerle delicatamente sul cioccolato, solo da una parte e cospargere con granelli colorati di zucchero....
Se piacciono nei fori delle ciambelline si possono infilare Mashmellows..colorati♥♥








                                    




domenica 17 settembre 2017

Nonna Beppina (seconda puntata)

da sinistra, io in braccio ad una zia, mio padre seduto, mia madre in ginocchio, e di fronte a lei la nonna Beppina
La nonna Beppina era nata il 19 marzo, giorno di San Giuseppe per questo si chiamava Giuseppa, ma quel nome brutto datole lo aveva trasformato in Beppina ...sicuramente fosse vissuta più tardi si sarebbe fatta chiamare Giusy da come era vanesia !!! ah ah
Veniva da una famiglia di commercianti, semplice ma benestante ed essendo figlia unica era stata sempre coccolata ed aveva potutto togliersi molte soddisfazioni.
Non aveva mai lavorato, c'era la mia bisnonna Sara che si occupava di tutto e lei faceva la signorina che già andava al mare negli anni in cui tanti il mare non lo avevano visto neppure sulla carta geografica!!!
Era molto ambiziosa, diceva che era contenta di aver trovato il nonno Baldo che era un buon partito, non perché veniva da una famiglia ricca, ma perché era un bravissimo artigiano del ferro battuto, che andava tanto di moda e lui spediva anche in America e così guadagnando bene poteva continuare a fare la vita agiata che aveva sempre fatto.
Diceva che CI SI DOVEVA SPOSARE PER AMORE, MA SOLO SE ERA UN BUON PARTITO!!!

Mia madre conobbe mio padre per sbaglio, perché lui era andato nella sua zona a cercare una certa Marisa, abbastanza "sveglia", con cui era uscito qualche volta...
...ma il destino gli fece cambiare idea!
Chiese ad un ragazzo: "Scusa sai se da queste parti abita una certa Marisa?"
Il ragazzino si girò e disse: "Certo eccola là!" ...e lui si trovò davanti mia madre, con quel bel portamento signorile, con quello sguardo profondo, bella nel suo impermeabile bianco, con i capelli sciolti e la bocca carnosa!

Se ne innamorò al primo sguardo e lei che non sapeva perché quel bel ragazzo la stesse fissando con quegli occhi ai quali era difficile resistere...abbassò lo sguardo, ma era insieme alla Beppina alla quale non sfuggiva nulla!
"COME MAI QUEL TIPO TI GUARDA COSÌ?" disse....arrivò il ragazzino e spiegò che quel giovane cercava una certa Marisa, la mamma fece un sorriso avendo capito quale  Marisa cercasse...
la nonna non sorrise per nulla sapendo il motivo che lo aveva portato lì !

CHISSÀ CHI È ...È VESTITO DA SIGNORE, MA NON CREDO SIA UN "BUON PARTITO"!...
forse pensò fra sè !!!

Il babbo capì subito che se voleva conquistare la figlia doveva partire dalla mamma e senza timore si avvicinò salutò educatamente la nonna e disse che era venuto da quelle parti a cercare una ragazza con cui usciva suo fratello, lui non era affatto contento sapendo che non era una ragazza seria !

La nonna si riprese subito quando seppe che non era lui che frequentava ragazze "sveltine" e disse che aveva ragione e tante belle cose.....
Lui lasciò il suo biglietto da visita (a quei tempi si occupava della vendita di maglieria di un famoso maglificio dell'epoca) si scuso del frainteso e sempre parlando con la nonna, le conquistò entrambe!

Nel corso della vita quando si parlava scherzando di questo episodio la nonna diventava nervosa, perché si riteneva tanto furba e non ammetteva di essersi sbagliata, a dar confidenza a mio padre che con la sua parlantina da oratore...in poco tempo con una scusa o con un' altra si fece invitare a casa sua conquistando anche il nonno e lo zio!

Non era il "gran partito" che avrebbe voluto per sua figlia la nonna Beppina, ma il babbo era molto brillante, elegante, educato e molto innamorato della mamma ed anche lei di lui, così si rassegnò e sperò che se avesse venduta tanta maglieria, forse  anche lui poteva far fare una vita agiata alla sua  Marisina, ma sopratutto portarla al mare....che era il chiodo fisso della nonna!!!
Sicuramente al mare ce la portò anche dopo sposato ...perchè non sono riuscita a trovare una foto in cui io non sia in costume....ah ah ...rigorosamente di lana e con bretelle...mi sto chiedendo se era la moda dell'epoca..o se perchè il babbo lavorava nella maglieria ah ah !!
il famoso costume di maglia, che ogni anno mi veniva rifatto sempre uguale!


...gli anni passano ma il costume di maglia è sempre il MUST HAVE del mio guardaroba ah  ah ah

venerdì 15 settembre 2017

TORTA DI CAROTE E MANDORLE

Non avevo mai mangiato una torta di carote così buona!
Soffice, leggera, delicata!
Niente a che vedere con le torte di  carote che si trovano in montagna ed a volte sono asciutte e compatte , questa è una nuvola!


TORTA DI CAROTE E MANDORLE




280 g. di carote
180 di farina, io usato la Manitoba
120 di farina di mandorle
3 uova
1 arancia
70 ml di olio di semi
130 g zucchero semolato
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo


Pulire le carote e fare a pezzetti, mettere nel frullatore con la scorza di un arancia e frullare.
Aggiungere il succo dell'arancia e l'olio di semi.



Intanto montare i rossi con lo zucchero e poi montare gli albumi a neve ben ferma.
( Ricordatevi per un ottima riuscita, di mettere una ciotola di acciaio e le fruste del frullino elettrico, in frigo per mezzora o pochi minuti in frizer prima di usarli , in questo modo gli albumi monteranno a meraviglia)



A questo punto, aggiungere alle uova e zucchero montati, il composto di carote, arancia ed olio, mescolare bene poi aggiungere le farine ed il lievito.


Per ultimi incorporare gli albumi, dolcemente , possibilmente con una spatola in silicone ed appena l'impasto è pronto, mettere in una teglia da forno, a cerniera, gia imburrata  o ricoperta carta forno e porla in forno statico a 180 gradi , per 30 minuti.



La prossima volta ne faccio 2, spero che così riesca a mangiarne almeno una fettina ah ah !
Ringrazio Mila del blog, "Il mestolo birichino", per avermi insegnato a fare questa torta meravigliosamente buona!
Buon dessert e tanta dolcezza, dalla vostra nonna Pat❤




giovedì 14 settembre 2017

SPIEDINI DI MAIALE, LUGANEGA e PEPERONI

Da quando ho questa grande piastra da gas, faccio tante pietanze senza olio e grassi, per una cucina più sana...oggi uso però salsiccia luganega, filetto di maiale e peperoni, per fare gli spiedini...tanto leggerini e salutari non sono...ma tanto buoni sicuramente ah ah ah



 SPIEDINI DI MAIALE, LUGANEGA E PEPERONI


Ingredienti
Maiale a pezzetti
Salsiccia luganega
peperoni gialli o rossi
salvia
misto di sale pepe
erbe di Provenza



Tagliare il maiale e la salsiccia in piccoli pezzi, ridurre in piccoli quadrati i peperoni, preparare un misto di poco sale, pepe, erbe di Provenza se le avete, lavare le foglie di salvia ed asciugare.
Prendere degli spiedini di acciaio o di legno ed iniziare ad assemblare gli ingredienti alternando maiale,salvia, salsiccia,peperone...


Porre la piastra sul gas, farla scaldare bene, spolverizzare la piastra con poco misto di sali ed erbe. Appena ben calda porre gli spiedini ed i peperoni tagliati a pezzi se sono grossi ...io per questa ricetta avevo trovato peperoni mignon.
Ora la ricetta è fatta, necessita solo di un pò di attenzione per seguire la cottura rigirando spesso gli spiedini.


 Appena cotti salare ancora leggermente con il misto, porre su un vassoio ed aggioungere un filo di olio crudo.

Buon appetito con la vostra nonna Pat!!!

mercoledì 13 settembre 2017

Riflessioni su genitori e figli

Mi è capitato di vedere un video, che una mia amica aveva condiviso.
Era una mamma che si rivolgeva al figlio/a piccoli ,chiedendo loro se un giorno si sarebbero ricordati di tutte le cose che adesso stavano facendo insieme!
Le ho risposto ed ho fatto molte riflessioni.





Vi ricordate quando i vostri figli erano molto piccoli ?
Vi ricordate quando facevate a noscondino, dietro le tende?
Vi ricordate quando sbaciucchiavate i loro piedini, facendo finta che puzzassero?
Vi ricordate, quando li portavate a cavalluccio, girando tutta la casa?
Vi ricordate , quando ridevano fino alle lacrime, mentre facevate loro il solletichino?
Vi ricordate le canzoncine buffe e sciocche che vi inventavate , per farli ridere?
Vi ricordate le notti passate a tenere la loro manina per rassicurarli?
Vi ricordate la prima volta che avete pianto quando hanno detto "mamma?
Vi ricordate la trepidazione dei primi passi?
Vi ricordate il loro primo giorno di scuola?
Potrei continuare all'infinito, so che vi ricordate tutto, non solo dei primi tempi, ma anche quando erano più grandi.
So che vi ricordate anche quando li avete sgridati, messi in punizione....vi ricordate tutto lo so!
Provate a chiedere loro se si ricordano questi momenti...
Sicuramente, si ricordano le punizioni, il resto vagamente.
Provate a pensare a voi bambini , se dei vostri genitori ,la prima cosa che vi viene in mente è un gioco od una punizione!
Ho fatto un test fra varie amiche e figli , prima ci ricordiamo le punizioni, poi tutte le cose buone e belle...ma pensandoci un po'!
È così, è normale per tutto l'amore che si possa avere per i genitori, l'amore per i figli supera tutto è naturale sia così, i figli sono l'amore più grande, seguito poi dai nipoti.
Le mamme ed i babbi che non capiscono questo e si lamentano , non hanno capito niente di come la vita è veramente una ruota che gira....bisogna dare ai figli tutto l'amore di cui siamo capaci, bisogna insegnare loro ad affrontare la vita, bisogna godere della loro presenza ed il loro amore quando si hanno vicini ed accettare con lo stesso amore il fatto che siano lontani..
Loro , se sono bravi figli , ci saranno sempre per noi, ma noi bisogna anche non pretendere più di quello che possono darci!
Questi post dove le mamme si fanno tutte queste domande, sono pura retorica, i bravi figli non importa che si ricordino di cose che per noi sono impresse nella mente e ci fanno compagnia, i bravi figli sanno che quello che loro fanno per i loro figli sicuramente ieri noi lo abbiamo fatto per loro!
Adesso loro sono impegnati a districare i nodi della loro vita, il nostro modo di amarli in età adulta è quello di aiutarli quando serve il nostro aiuto, di esserci sempre , ma di non continuare tutta la vita a crederli dei bambini !
A volte noi mamme lo facciamo questo sbaglio, ci sembra normale, ma non ci ricordiamo mai, che anche noi volevamo ali per volare e una bella famiglia da cui tornare!
Dite la vostra che ho detto la mia....




Buona domenica dalla vostra nonna Pat❤
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...