domenica 14 luglio 2019

SEMIFREDDO AL TIRAMISU

Per il compleanno di mia figlia volevo fare un dolce un po'diverso ed estivo
Ho trovato sul blog di Giallo Zafferano questo meraviglioso semmfreddo che, anche se non è una mia ricetta o di famiglia come faccio al solito...lo diventerà...perché l'adottiamo !

                                               
SEMIFREDDO AL TIRAMISU

250gr savoiardi
250gr mascarpone
150ml panna da montare
2 uova intere freschissime
2 cucchiai zucchero semolato
caffè 6 tazzine +Whisky , se invece ci sono bimbi sostituire con vin santo ed il caffè con il decaffeinato


Preparare il caffè, zuccherarlo e lasciarlo intiepidire, aggiungere un po' di vin santo o whisky.
Intanto separare tuorli da albumi, montare gli albumi a neve ferma ed i tuorli a parte con lo zucchero ottenendo una bella crema spumosa, aggiungere a questa crema le cucchiaiate di mascarpone sempre continuando a mescolare con le fruste.
A parte montare la panna ed incorporare alla crema al mascarpone, aggiungendo gli albumi con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema omogenea.
Prendere uno stampo da plumcake, iniziare a rivestirlo con i savoiardi inzuppati nel caffè.
Fare prima il piano poi rivestire anche lateralmente.
Appena pronto, versare nello stampo la crema di mascarpone e panna, ricoprire con altri savoiardi....chiudere con una pellicola e mettere in freezer per almeno 2 ore.
Molto buono anche fatto il giorno prima...togliere dal freezer 30 minuti prima di essere consumato.
Capovolgere in un vassoio e servire tagliato a fette !
Grazie Giallo Zafferano, ricetta ottima ...veloce e di grande effetto.
Buon dessert da quella golosa della  vostra nonna Pat♥

sabato 13 luglio 2019

POLPETTINE DI CECI E ZUCCHINE

Queste polpettine sono favolose !!
Semplicissime e piacciono a grandi e piccini .




POLPETTINE DI CECI E ZUCCHINE







Ingredienti:
queste sarebbero le dosi,x 4 persone,ma la prossima volta che le faccio raddoppio !!

200grammi  ceci cotti
2zucchine se grandi oppure 3
1 uovo
parmigiano 3 cucchiai
mollica di pane bagnato nel latte
un ciuffo di basilico
pangrattato
noce moscata
sale
olio x friggere ( ma potete farle anche in forno)


Lavare e grattugiare le zucchine, poi metterle in frigo per 15 minuti con sopra un peso per far perdere acqua.
Mettere nel mixer i ceci scolati , (potete usare anche fagioli),l'uovola mollica di pane strizzata dal latte,le foglie di basilico asciugate prima con della carta da cucina .
Fare frullare velocemente poi aggiungere anche le zucchine , ben scolate dal liquido che hanno fatto .il sale la noce moscata, un ultima frullatina veloce.



Aggiungere anche del pangrattato se l'impasto risulta troppo morbido.
Fare delle palline e passarle nel pangrattato.



Mettere in una padellina piccola, olio di semi di arachide e friggere le polpettine.




Se vedete che l'olio si scurisce per il pangrattato che può bruciarsi, avendo usato la padellina piccola , potrete cambiare l'olio con poco spreco.
Oppure mettere le polpettine su carta forno a 180 gradi in forno già caldo, per 15 minuti circa.
Buon appetito dalla vostra nonna Pat




lunedì 8 luglio 2019

ZUPPETTA DI CECI E MISTO MARE

Volete una zuppetta velocissima ??
Allora questa fa al nostro caso !!





ZUPPETTA DI CECI E MISTO MARE






Ingredienti:
Ceci lessati
Misto mare ,fatto fare dalla vostra pescheria di fiducia
(se non avete una pescheria di fiducia, prendetelo surgelato, non è buono come fresco , ma per una volta si può fare !!)
2/3 pomodorini
Fette di pane cotto a legna
sale, pepe , olio evo

In una padella mettero olio e aglio, senza l'anima, altrimenti non si digerisce bene.
Appena caldo, aggiugere qualche pomodorino tagliato a pezzettini ed il misto mare, che se lo avrete preso fresco in pochi minuti è pronto.
Sale, pepe ed prezzemolo tritato a fine cottura.
Intanto, fate arrostire delle fette di pane toscano o quello che più piace a voi.
Scaldare i ceci con la loro broda, poi mettere 1 romaiolo di ceci con un po'di broda per ogni cocottina, aggiungere il misto mare ai ceci ed accompagnare con pane arrostito olio crudo e pepe macinato alla fine.
Buon appetito dalla vostra nonna Pat❤



















UNA VISITA EMOZIONANTE

È arrivata insieme al marito, portando in braccio una bellissima orchidea, mi ha abbracciato chiedendomi :
"Ti ricordi di me?"
Ero emozionata anche se non l'ho dato a vedere, anche se davanti a lei non ho versato una lacrima, come invece sto facendo adesso che vi sto raccontando questa emozione vissuta giovedì pomeriggio.
Eravamo insieme all'asilo e lei non mi aveva mai dimenticata, si ricordava tutto di me , della mia mamma , del mio giardino, delle fragoline che mio nonno ortolano ci portava per farci fare merenda.


Io l'ascoltavo e piano piano si ricomponevano i tasselli di tutte quelle caselle che lei aveva tenuto strette nel suo cuore e che invece io, nel non voler ricordare tante cose accadutemi a Firenze, avevo involontariamente rimosso.
Era andata via da Firenze ancora bambina, ma nel suo cuore aveva sempre conservato il mio ricordo!
Si chiama Marcella Calvani, ve la presento, una persona preziosa per me che sono rimasta inconsapevolmente nei suoi pensieri per tutti questi anni.
Mi ha ritrovata grazie a FB, e dai miei scritti ha capito che ero io quella bambina che abitava vicino a lei in via del Ghirladaio, mi ha scritto e poi da Pontedera dove lei vive da sempre è venuta fino a qui, portandomi le foto di noi bambine ed una boccata di un periodo bello vissuto insieme.
Mi ha detto che avendo saputo dalla sua mamma, cosa mi era capitato, mi aveva sempre pensata come Biancaneve o Cenerentola in mano ad una matrigna cattiva e quando ha letto i miei racconti, è stata tanto felice di sapere che anch'io ero riuscita a costruire la mia favola.
Come si fa a non volere bene ad una persona così, come si fa a non piangere a ripensare che lei mi ha pensata per tutti questi anni.
Sono contenta di non averlo fatto davanti a lei, perché è stato così bello quest'incontro, così naturale che mettersi a piangere avrebbe sciupato tutto, ma adesso che sono sola che ripenso che mentre io vivevo le mie peripezie, c'era una persona che si ricordava di me e che si preoccupava di sapere come stessi vivendo la mia vita, questa cosa  mi ha veramente emozionato tanto.
Grazie Marcella, grazie perché hai ritrovato nei tratti del viso di mia figlia, il viso di mia madre, nessuno ormai me lo potrebbe confermare ,come hai fatto tu oggi, che un po' di Lei si è trasferito in quello della sua mancata nipotina
Grazie Marcella, di avermi detto che in una ragazza che portava pantaloni e ballerine ed era slanciata come Lei  tu ci hai di colpo visto mia madre.
Tu sei venuta qui, portandomi un volto bello sorridente, tu e tuo marito siete stati così gentili da venirmi a cercare, ma non hai solo realizzato un tuo desiderio, come mi hai confessato, mi hai fatto un regalo immenso, nel riportare fino a me storie , immagini , ricordi che oggi insieme a te ho avuto il coraggio di far rivivere.
Nei miei racconti sono venuti fuori, momenti e sensazioni molto nitide, ma riviverle con qualcuno che non ti ha mai dimenticata, credo che sia il più bel regalo che si possa ricevere!
Essendo donna, non ho fatto il militare, ma oggi credo che per noi sia stata un emozione come quella che provano chi ha fatto una guerra insieme...noi abbiamo solo giocato e fatto tante merende insieme sotto gli occhi vigili di mia madre che ci guardava dal terrazzino, come ancora la ricordi tu, ma in fondo la vita di ognuno è una piccola battaglia e ritrovarsi dopo più di 60 anni e raccontarsi le battaglie, avute da ciascuna nei vari periodi della vita , è stato veramente meraviglioso ed io non finirò mai di ringraziarti per l'affettuosa visita che tu e tuo marito mi avete fatto !
Adesso che le mie amiche, hanno capito quanto per te conti l'amicizia, vorranno tutte essere tue amiche e ti chiederanno l'amicizia su Fb...un mezzo a volte meraviglioso per ritrovarsi !
Ti abbraccio forte Marcella Calvani, bambina dolcissima come la meravigliosa collana di nocciole che indossi nella foto che mi hai portato e ci ritrae felici nel giardino dell'asilo, in attesa di ritrovarsi , grazie a te, dopo tutti questi anni!
Buona domenica  dalla vostra nonna Pat❤

sabato 6 luglio 2019

Tortellini freddi

Fate mai i tortellini freddi?
Io li faccio spesso in estate perché mi sembra una buona alternativa alla pasta ed riso freddo.

TORTELLINI FREDDI



X 4 PERSONE
250gr di tortellini
1 mozzarella
2 pomodori S.Marzano
prosciutto cotto tagliato alto per fare dei piccoli dadini
(a noi piacciono anche sostituendo il prosciutto cotto con bresaola)
olive verdi e nere a pezzettini
capperi
basilico
...e tutto ciò puo essere sostituito dalle cose che più vi piacciono...
olio sale pepe


Cuocere i tortellini al dente passare sotto l'acqua velocemente per fermare cottura, nel frattempo preparare tutti gli ingredienti in una ciotola e condire con olio sale pepe .
Aggiungere i tortellini, mescolando bene mettere in ultimo il basilico, mettere in frigo per un' ora, aggiungere un filo olio e grattatina di pepe prima di servire.

Come al solito semplice veloce estivo!
Buon appetito con nonna Pat ♥

domenica 30 giugno 2019

Il mio primo anno di Scuola Media!

Le elementari erano ormai alla fine,a giugno dopo aver fatto l'esame di quinta elementare si doveva fare un Esame di Ammissione alle Medie per vedere il grado di preparazione e, secondo il risultato, si veniva ammessi nelle sezioni dove eri più idoneo.

A fare quest'esame venivano i Professori delle medie e decidevano in che sezione metterci.
Io passai con il massimo dei voti, la professoressa che ci interrogò era una vecchia molto severa e molto famosa che aveva anche scritto il libro di testo su cui si sarebbe studiato alle medie.
Mi assegnarono alla prima A, la classe dei più bravi, dei cervelloni ed anche la classe dei più ricchi della scuola. Ero ancora molto timida a quei tempi ed anche molto impressionata dalla spigliatezza e sicurezza che avevano i miei compagni di classe.




Era una scuola situata in quartiere molto benestante anche se era una scuola statale, c'era il figlio del rabbino, una contessina, il nipote di D'Inzeo, un famoso campione d'ippica dell'epoca, c'era un ciccione molto arrogante di nome Filippo Maria...c'erano bambine molto curate, belle, bionde, abbronzate constantemente dalle loro vacanze a Cortina o semplicemente fine settimana all'Abetone, sciavano, giocavano a tennis, frequentavano circoli molto esclusivi ....
Fossi stata in quella classe qualche anno prima, non mi sarei sentita così inferiore, ma adesso che il babbo aveva avuto tutti i suoi problemi con la ditta e si barcamenava, per trovare un posto di rappresentante o di venditore, percepivo che quello non era il mio ambiente, cercai con chi stare e l'unica con cui legai era una ripetente, molto imbranata.
Questo stato d'animo non mi fece iniziare bene questo nuovo percorso e mi andò  via anche la voglia di studiare.
 Tornavo a casa sempre un pò  scocciata, rispondevo male alla nonna, ma non raccontavo al babbo ed a nessuno che in quella classe io mi sentivo ....l'ultima!
Il babbo si informava di come andavano le cose ed io rispondevo sempre evasivamente ...non volevo caricarlo di altri problemi, se qualcuno mi diceva che voleva parlare con il babbo, non glielo dicevo, cominciai a raccontare bugie e non avevo più voglia nè di studiare nè di andare a scuola.
Intanto i mesi passavano e le cose peggioravano sempre, finchè un giorno che la professoressa di matematica, che era il mio osso duro, mi interrogò ebbi modo di scaricare il pesante fardello che mi ero messa sulle spalle.
"Tangocci vieni alla cattedra che oggi ti voglio interrogare bene !!" disse lei con tono imperativo...io mi avviai sicura che mi avrebbe umiliato come era solita fare essendo io molto portata per le materie letterarie, ma non in matematica !!
Durante l'interrogazione ho sbagliato e fatto scena muta, allora la vecchia Cerbera...si divertì ad urlarmi contro con stizza e mi disse " IO VORREI SAPERE CHI E' QUEL CRETINO CHE TI HA PASSATO ALL'ESAME DI AMMISSIONE......come ha fatto a non capire che questa classe non fa per te " Io non piansi nè dissi subito quello che da tanto volevo dire.....guardai tutti i miei compagni, Il Filippo Maria rideva ...la biondina abbronzata ..scuoteva la testa ...solo la mia amica ripetente Sfigata...mi guardava con preoccupazione...sentivo le guance che mi diventavano sempre più rosse, sapevo che stavo firmando la mia bocciatura... raddrizzai la schiena e con aria di sfida risposi " Ma come professoressa non si ricorda ?
ERA LEI ....CHE MI HA PASSATO A PIENI VOTI ALL'ESAME DI  AMMISSIONE !!"
Diventò bianca come un lenzuolo...mi fulminò con gli occhi si alzò e con aria cattiva ed un alito ancora più cattivo del suo sguardo mi urlò " VAI AL TUO POSTO ...tanto tu l'anno prossimo non sarai più in questa sezione ..ci puoi giurare"; mancava che sputasse fuoco dalle narici e la scena poteva essere di un film tragicomico !!!  Non mi bastò e risposi: " Se mi boccia mi fa un piacere, non mi piace stare in questa classe! " Me ne andai al mio posto sollevata, quasi contenta che l'anno successivo non sarei stata più lì ...guardai  quelle facce sfottenti di alcuni compagni .. contenta di aver dimostrato loro ...che anche se non avevo la loro posizione, le loro ville, ...avevo fegato per affrontare chi mi voleva umiliare!!! L'anno dopo mi ritrovai in una sezione stupenda, con me c'era anche la Mirella ripetente anche lei ....da quel giorno non ci siamo più lasciate abbiamo fatto medie e superiori insieme essendo sempre tra le prime della classe.  !!

Buona domenica dalla vostra nonna Pat !







(In questa  foto  la prima a sn fila centrale sono ancora alle elementari con la mia adorata maestra )

giovedì 27 giugno 2019

Insalata di trippa




Se vi piace la trippa...
per una ricetta semplice ..fresca e veloce vi consiglio :
                                             

                                                           INSALATA DI TRIPPA


Se avete una macelleria di fiducia fatevi dare della trippa freschissima già lessata nella parte meno ricciola , leggermente spugnosa anche liscia.
Metterla a bagno in acqua ed aceto di mele o di vino bianco , perché non prenda il colore scuro, per un oretta ..sciacquarla , asciugarla e tagliare a striscioline.
Potete comporre la vs insalata con tutti i tipi di verdure che preferite , ma possibilmente crude o appena cotte.
Io ho usato:
Carote, insalata, cipolla tropea, pomodori, basilico...qualche fagiolino verde , proprio perchè li avevo pronti e croccanti.
 Amalgamare il tutto con la trippa, olio sale pepe ed aceto balsamico se lo gradite !!

                                   
Tutto qui ....più veloce di così !!!

                                Buon appetito con l'insalata di trippa ...di nonna Pat !
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...