domenica 16 ottobre 2016

UNA VISITA EMOZIONANTE

È arrivata insieme al marito, portando in braccio una bellissima orchidea, mi ha abbracciato chiedendomi :
"Ti ricordi di me?"
Ero emozionata anche se non l'ho dato a vedere, anche se davanti a lei non ho versato una lacrima, come invece sto facendo adesso che vi sto raccontando questa emozione vissuta giovedì pomeriggio.
Eravamo insieme all'asilo e lei non mi aveva mai dimenticata, si ricordava tutto di me , della mia mamma , del mio giardino, delle fragoline che mio nonno ortolano ci portava per farci fare merenda.


Io l'ascoltavo e piano piano si ricomponevano i tasselli di tutte quelle caselle che lei aveva tenuto strette nel suo cuore e che invece io, nel non voler ricordare tante cose accadutemi a Firenze, avevo involontariamente rimosso.
Era andata via da Firenze ancora bambina, ma nel suo cuore aveva sempre conservato il mio ricordo!
Si chiama Marcella Calvani, ve la presento, una persona preziosa per me che sono rimasta inconsapevolmente nei suoi pensieri per tutti questi anni.
Mi ha ritrovata grazie a FB, e dai miei scritti ha capito che ero io quella bambina che abitava vicino a lei in via del Ghirladaio, mi ha scritto e poi da Pontedera dove lei vive da sempre è venuta fino a qui, portandomi le foto di noi bambine ed una boccata di un periodo bello vissuto insieme.
Mi ha detto che avendo saputo dalla sua mamma, cosa mi era capitato, mi aveva sempre pensata come Biancaneve o Cenerentola in mano ad una matrigna cattiva e quando ha letto i miei racconti, è stata tanto felice di sapere che anch'io ero riuscita a costruire la mia favola.
Come si fa a non volere bene ad una persona così, come si fa a non piangere a ripensare che lei mi ha pensata per tutti questi anni.
Sono contenta di non averlo fatto davanti a lei, perché è stato così bello quest'incontro, così naturale che mettersi a piangere avrebbe sciupato tutto, ma adesso che sono sola che ripenso che mentre io vivevo le mie peripezie, c'era una persona che si ricordava di me e che si preoccupava di sapere come stessi vivendo la mia vita, questa cosa  mi ha veramente emozionato tanto.
Grazie Marcella, grazie perché hai ritrovato nei tratti del viso di mia figlia, il viso di mia madre, nessuno ormai me lo potrebbe confermare ,come hai fatto tu oggi, che un po' di Lei si è trasferito in quello della sua mancata nipotina
Grazie Marcella, di avermi detto che in una ragazza che portava pantaloni e ballerine ed era slanciata come Lei  tu ci hai di colpo visto mia madre.
Tu sei venuta qui, portandomi un volto bello sorridente, tu e tuo marito siete stati così gentili da venirmi a cercare, ma non hai solo realizzato un tuo desiderio, come mi hai confessato, mi hai fatto un regalo immenso, nel riportare fino a me storie , immagini , ricordi che oggi insieme a te ho avuto il coraggio di far rivivere.
Nei miei racconti sono venuti fuori, momenti e sensazioni molto nitide, ma riviverle con qualcuno che non ti ha mai dimenticata, credo che sia il più bel regalo che si possa ricevere!
Essendo donna, non ho fatto il militare, ma oggi credo che per noi sia stata un emozione come quella che provano chi ha fatto una guerra insieme...noi abbiamo solo giocato e fatto tante merende insieme sotto gli occhi vigili di mia madre che ci guardava dal terrazzino, come ancora la ricordi tu, ma in fondo la vita di ognuno è una piccola battaglia e ritrovarsi dopo più di 60 anni e raccontarsi le battaglie, avute da ciascuna nei vari periodi della vita , è stato veramente meraviglioso ed io non finirò mai di ringraziarti per l'affettuosa visita che tu e tuo marito mi avete fatto !
Adesso che le mie amiche, hanno capito quanto per te conti l'amicizia, vorranno tutte essere tue amiche e ti chiederanno l'amicizia su Fb...un mezzo a volte meraviglioso per ritrovarsi !
Ti abbraccio forte Marcella Calvani, bambina dolcissima come la meravigliosa collana di nocciole che indossi nella foto che mi hai portato e ci ritrae felici nel giardino dell'asilo, in attesa di ritrovarsi , grazie a te, dopo tutti questi anni!
Buona domenica  dalla vostra nonna Pat❤

9 commenti:

  1. E io mi emoziono insieme a te
    Bello bellissima questo racconto della tua vita che prosegue...l'incontro di una amica del passato dove è rimasto vivo nel suo cuore, e che con i suoi pensieri
    per te, ha contribuito ad aiutarti anche pur essendo lontano.
    Questa è amicizia, questo è il vero valore di voler bene...non sono regali materiali, non è sentirsi tutti giorni quasi come se fosse un obbligo...si fa piacere ,ma se poi non si va oltre...non ci sono basi solide.
    Un abbraccio fortissimo alla mia cara nonna Pat e alla sua preziosa amica di cuore Marcella Calvani che ti ringrazio di aver fatto contenta (solo perché lei non usa la parola "felice ")la nostra nonna Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Katia, sono molto contenta ...sei una nipote attentissima <3
      E' stata una bella emozione, ma l'ho vissuta con più intensità il giorno dopo quando ci riflettevo che al momento che mi ha trovata sbalordita !
      60 anni dopo ...mamma mia un eternità , ma come mai non mi sono accorta che sia passato tutto questo tempo ..Basta distrarsi un attimo ,che ti ritrovi alla mia età! Sappilo e goditi la tua bella età !
      Buona domenica , con abbraccio da nonna Pat <3

      Elimina
    2. Grazie mia bella e pimpante nonna Pat

      Elimina
  2. che bello iniziare la domenica con un racconto così.....mi sono commossa, ho sorriso, ho pensato a quanto è bella l'amicizia che sopravvive al trascorrere del tempo.Ed è bello perchè questi amici che arrivano da un tempo lontano sono gli unici che si ricordano di noi quando eravamo piccoli ed è perciò un meraviglioso tuffo all'indietro, che riporta alla memoria episodi che si credevano dimenticati, momenti, sensazioni, emozioni.
    ad agosto mi è capitata una cosa simile. Silvia è stata contattata su fb da una mia compagna delle elementari e medie, Stefania, che le ha chiesto se fosse mia figlia e come poteva mettersi in contato con me. Silvia, emozionata, le ha dato il mio numero di cell e Stefi mi ha cercata. Un'emozione enorme! Perchè non era una compagna qualsiasi, era la mia amica del cuore! Mio padre ci chiamava l'articolo IL.....io piccolina, lei alta alata e magra. Ci siamo scambiate ricordi, racconti del presente, foto di nipotini.....meraviglioso!
    Ti abbraccio forte e sono contenta di questo grande dono che ti è arrivato!
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che emozione grande ritrovare l'amica del cuore anche se eravate così diverse !!
      Marcella è stata molto affettuosa a ricordarsi di me per tutti questi anni, io non so perchè ricordo gli episodi dell'infanzia alla perfezione,ma ho rimosso i volti e le persone per questo è stato ancor più bello ritrovarla! Emanuela, però pensa come vola questo tempo , lo dicevo sopra a Katia...ti distrai un secondo e ti ritrovi a quest'età!
      Io non so dove sono stata in tutti questi anni per vedere adesso nello specchio una signora bionda...così diversa da quella bambina della foto Ok forza e coraggio ....è la vita che secondo me anche se si è allungata , è troppo breve ah ah <3
      Un grande abbraccio
      pat <3

      Elimina
  3. Cara Patrizia, spero di aver fatto in tempo a commentarti. Dal cellulare non ci sono riuscita. Anch'io tramite facebook sono stata contattata da amici che non vedevo né sentivo da tempo. Anche dall'Olanda una mia vecchia compagna di scuola. Purtroppo quest'ultima non sono mai riuscita a vederla non abitando nella città dove io abitualmente soggiorno quando sono in Olanda! Ogni tanto ci scambiamo qualche saluto su facebook. Un'altra amica che non vedo da almeno 25 anni mi ha rintracciato suo figlio.Lei non ha facebook e dopo alcune telefonate (sempre da parte mia)è finito tutto lì. Abita a Verona e so che non sta tanto bene. Peccato. Due persone che avrei visto volentieri. Ma l'amicizia deve venire da ambo le parti. Ciao cara Pat. Spero in una tua risposta! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marcella, hai ragione l'amicizia non può esserci da una parte solo, se non scatta la simpatia o la complicità, fa presto a finire.Questa amica d'infanzia è stata tanto gentile a cercarmi, perché io mi ero allontanata da tutto ciò che riguarda Firenze.
      Capita spesso di sentire che molte persone si sono ritrovate attraverso Fb, e questo è un bel modo di usare i social, ma a volte ci sono persone che ti piacviono virtualmente a dal vivo sono una delusione, allora meglio a volte rimanere nel dubbio e continuare l'amicizia viryuale ah ah
      Buona serata e buona notte, cara amica,
      un abbracfio
      Pat❤

      Elimina
  4. Una visita davvero emozionante, la foto di voi bimbe all'asilo è meravigliosa!
    Buon pomeriggio da Beatris

    RispondiElimina
  5. Grazie Beatris,sei molto gentile !! A pesto
    un bacione da nonna Pat <3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...