domenica 28 febbraio 2016

La signora P. raccontata dalla figlia E. !!

Non vado quasi mai sullo shop online di Minimoda, lo gestisce mia figlia, non me ne occupo, ma ieri per caso aprendolo ho trovato questo racconto, mi ha intenerito e fatto ridere !
Ho pensato di condividerlo con voi, perciò oggi anziché raccontare... faccio un "copia incolla" !!
Buona domenica dalla vostra nonna Pat ...nonché signora P !!

( Non lo condivido per fare pubblicità, ma solo perché ho una figlia più matta, sognatrice e cantastorie di me e quando scrive mi fa sempre ridere...non c'è scampo, siamo una gabbia di matti !! Forse se il sig. B e la signora P..avessero preso una decisione diversa....avrebbero avuto più tranquillità e molto più tempo libero!)


CHI ERAVAMO

C'era una volta, nel lontano '69,
il Signor B (che non era proprio un signore ma un ragazzo di 22 anni),
che un giorno mentre era al lavoro (faceva il ragioniere) ebbe un'idea!

Così tornò a casa da sua moglie,
la Signora P (anche lei era una ragazzina di 20 anni)
che stava coccolando il Piccolo M, nato da poco, e le comunicò il suo progetto...

“Voglio aprire un negozio! Sarà una profumeria e lo gestirai tu!”

La signora P storse un po' il naso, perché le sarebbe piaciuto stare a casa a fare la mamma, però l'idea le piacque, e siccome era una sognatrice, di quelle che i sogni li fanno in grande, disse di sì, ma ad una condizione...

“Ok, apriremo un negozio, e lo gestirò io, ma sarà di calzature per bambini! ...e dovranno essere strane, colorate, con suole in gomma, di marchi nuovi che nessuno ha mai sentito nominare...poi magari un giorno diventerà anche un negozio di abbigliamento, ed allora venderemo abiti per cerimonie importanti, ma anche per tutti i giorni, e vestiremo i bambini dalla nascita a quando sono grandi...poi magari un giorno anche il piccolo M vorrà lavorare lì...oppure no, lui farà qualcosa di diverso, perché già vuole tenere sempre la penna in mano ed ha uno sguardo così meditativo...sembra sia più interessato a qualcosa di intellettuale... Comunque! Allora magari un giorno avremo una bambina, e sarà lei poi a continuare questa attività...magari da Prato poi aprirà nuovi punti vendita nel mondo 

La Signora P non la finiva più di sognare e progettare e parlare e quasi quasi il Signor B si stava pentendo della sua idea ma ormai era fatta! e bla, bla, bla...”
Nel novembre del 1969
nel centro di Prato nacque Minimoda
e portò subito una ventata di entusiasmo,
di novità e di colore nelle abitudini e nella moda dei cittadini pratesi
che erano abituati a scarpe classiche e rigorosamente col fondo cuoio,
e poi come la Signora P aveva immaginato, tutto andò come nei suoi sogni...
Minimoda si ingrandì, sempre di più, cominciò ad assumere personale e le sue commesse diventarono le più brave della città,
e tutti le volevano (perché la Signora P era una gran rompiscatole ed alle sue ragazze insegnava veramente bene a far quel mestiere!)
e poi Minimoda diventò davvero un grande negozio di abbigliamento con i marchi più belli del mondo, e poi la figlia che il Signor B e la Signora P ebbero nel '72 davvero continuò a fare quel lavoro... e come nei sogni dei suoi genitori portò Minimoda nel mondo...
...non aprendo altri punti vendita ma aprendo l'e-commerce che adesso è qui, sotto i vostri occhi che stanno leggendo!
Buon shop online su Minimoda e grazie di averci visitati!


E così è andata...non volevo farmi pubblicità, ma alla fine del racconto, lo spirito della commerciante ha preso il sopravvento ah ah ...chi vorrà visitare il negozio online di Minimoda clicchi QUI
Come poteva la sig. P fare un altra cosa nella vita, se non riesce neppure adesso a perdere l'occasione di ....tentare di vendervi qualcosa??? ah ah ah Baciiiiiiiiiiii !!!!

14 commenti:

  1. ma che meraviglia Pat...siete davvero una bellissima e creativa famiglia, non poteva essere diversamente. Adesso vado a dare una sbirciatina in negozio...buona Domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nico...come ho già detto siamo creativamente 'matti', sicuramente non poteva eseere diversamente per i nostri figli, vedendo come siamo sempre stati noi ah ah
      Un abbraccio,
      Pat❤

      Elimina
  2. meraviglioso, grande Pat!!
    e sempre più penso che se tu avessi conosciuto la mia famiglia da parte di mamma......avreste saputo davvero vendere il ghiaccio al polo nord!
    .....i miei figli, da bambini, assieme a cuginetti ed amici, raccoglievano la frutta dagli alberi del nostro prato e la vendevano per strada. Poi passarono a saccheggiare la soffitta e facevano bancarelle con tutto ciò che si poteva vendere, poi da lì passarono alle soffitte degli amici !
    quando si dice il commercio!!!!
    un abbraccio
    Emanuela
    ps e prima o poi a prato ci vengo e chissà che non trovi qualcosa per me nel vostro negozio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon sangue non mente cara Emanuela, i tuoi figli hanno preso dalla nonna ah ah
      Grazie un abbraccio
      Pat❤

      Elimina
  3. Ma che bella la tua storia,la tua famiglia,si capiva già allora che eri e sei una donna speciale!Grazie!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi ragazzi degli anni 60/70 eravamo molto creativi ed abbiamo trasferito questa dote ai nostri figli..non so se chiamarla dote o incoscenza ah ah
      Baci , Pat❤

      Elimina
  4. Che fantastica avventura! E,avendo nipotini nonchè essendo assidua acquirente on line, vado subito a guardare il negozio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bello essere nonne giovani , io lo sono diventata a 45 anni , anche tu sei giovanissima!
      Grazie per la visita qui e sull'on-line
      Bacio,
      Pat❤

      Elimina
  5. Siete proprio fantastici tu cara Pat e tua figlia Erika. Sono contenta di avervi conosciute personalmente nell'oramai lontano 2013 ma quest'anno, in primavera, vorrei fare una visita a Prato alla mia amica Elena ed incontrare anche tu e le altre care amice Toscane. Un bacio cara Pat! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Marcella ...siamo un pò folli ah ah <3
      Spero veramente di vederti presto a Prato !!!
      Un grande abbraccio <3 <3
      Tua Pat

      Elimina
  6. Eccomi qui finalmente e ho fatto pure un salto nel sito...così sono riuscita a leggere meglio.
    Vi faccio I miei sinceri complimenti sia per il sogno realizzato e che continua a crescere. ..
    E il modo di scrivere ad Erika che è semplice ma ricco di orgoglio della sua mamma e papà.
    Sapete qual'è il segreto del vostro successo?
    La famiglia accoglienza il vostro amore per quello che fate e la vostra complicità...
    Quanto mi piacerebbe un giorno entare nel vostro sogno ♡...ma un po ci sono perché ho avuto la fortuna di incontrarvi nel mio cammino
    Un abbraccio a te cara mia nonna Pat ♡ e a te mia nuova amica Erika...e non dimentico il Sig B

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katia... da una mamma ed un babbo matti non poteva che venir figli creativi ..ah ah
      La famiglia è per tutti il punto di partenza,anche se te ne vai , cosa ti ha dato la famiglia resterà nel tuo essere e nel tuo modo di vita ...
      Chissà se un giornoci conoscerai , forse ti piaceremo meno ah ah ...nella scrittura si da sempre il meglion !!
      Un abbraccio , Pat <3

      Elimina
    2. No non penso....anzi mi innamorerei di più...state attente. ...sono molto appiccicosa ah ah 😉
      Un bacio sto tornando e poi vado in palestra

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...