domenica 4 dicembre 2016

ASPETTANDO NATALE

Quando ero piccola fino a 9 anni , i preparativi per il Natale a casa mia erano bellissimi, perché se la mamma stava bene faceva tante decorazioni ed un albero di Natale alto fino al soffitto.



Lei aveva una grande manualità mentre il babbo che non sapeva neppure attaccare un chiodo, aveva sempre paura che lei cadesse dall'alto scaleo mentre attaccava le palline di vetro o metteva il cotone idrofilo  sui rami come fossero fiocchi di neve.
Io mi davo un gran daffare a decorare l'albero nella parte più bassa, ma spesso mi cadevano quelle delicatissime palline colorate che erano fragilissime.
Era bello credere a Babbo Natale e la Befana, la mamma mi faceva racconti avventurosi di questi 2 poveri vecchi che dovevano consegnare regali ai bambini di tutto il mondo.
 Anche voi ricorderete la delusione che avete provato, quando avete scoperto che tutto ciò non era vero, che non esistevano!
La mia delusione e consapevolezza che quello che le mie compagne di classe mi dicevano  era vero ,si è concretizzata pochi giorni avanti il Natale del 1956, quando avevo 8 anni.
Desideravo da sempre una bambola alta come me, allora esistevano quelle bellissime bambole che sbattevano gli occhi di vetro sotto le palpebre di ceramica, erano rigide e delicate perché la plastica non era ancora usata per farle.
Avevo tutte bambole ceche, era troppa la tentazione di infilare le mie dita curiose in quegli occhi fissi  che, spinto il meccanismo da cui erano sorrette ,cadevano irrimediabilmente nella loro pancia.
Fu un colpo al cuore, quando aprendo un armadi dietro un cappotto lungo della mamma, la vidi bellissima castana come me che dal buoi dell'armadio mi fece capire che da quel momento non avrei più creduto a Babbo Natale.
Non dissi niente alla mamma, che continuava a cinguettare le sue fantasiose storie su di lui, non volevo che provasse la mia delusione, perché inconsapevolmente volevo ancora credere che Babbo Natale esisteva davvero e feci bene, quello fu l'ultimo Natale che passavamo insieme, non seppe mai che da quell'anno in poi non avrei ma più creduto alle favole !
Era una mamma molto moderna per l'epoca, conosceva la storia del calendario dell' Avvento e mi faceva trovare ogni giorno un regalino, facendo una specie di caccia al tesoro per tutta la casa.
Quando sono diventata mamma , ho continuato la tradizione del calendario dell'Avvento, ma io compravo quelli già pronti , con caselline piene di cioccolatini e bambolottini.
I miei bambini aprivano contenti ogni giorno la loro casellina curiosi di trovare la loro sorpresina.
La sorpresa più bella però l'ho avuta io in questi giorni, quando le mie nipotine piccole mi hanno detto che mia figlia per l'Avvento prepara per loro una caccia al tesoro alla ricerca del regalino.
Io non ho mai insegnato a mia figlia a fare questo gioco e mi sono commossa ricordando che era lo stesso modo in cui la mia mamma celebrava il periodo dell'Avvento con me.
Magia del Natale , magia del dna di una nonna mai conosciuta, ma sicuramente sempre accanto alla sua nipotina diventata una meravigliosa mamma come lo era lei !
Buona domenica ,dalla vostra nonna Pat❤

11 commenti:

  1. ...da noi a Verona a portare i doni non viene Babbo Natale,ma Santa Lucia il 13 di Dicembre e quando anch'io ho avuto la soffiata dalle amiche più sveglie che a portare i doni era la mamma,non ci potevo credere ed ho provato un dolore immenso,naturalmente non ne feci parola con lei ,andai di nascosto a frugare nell'armadio e lì si sono infranti i miei sogni di bimba per sempre...ora rivivo e godo le stesse emozioni con i miei nipotini ancora piccoli,Santa Lucia passa ancora anche da me e lascia dolcetti e doni e godo nel vedere la loro espressione felice e sorpresa,quando entrando in casa ignari,trovano un tavolo imbandito e colorato;che emozione!...che bello godere ancora delle piccole cose,si resta bimbi in eterno ������

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da noi c'è rimasta solo la nipotina piccola che ci crede e la sorella fa finta di crederci per non sciupare la sorpesa anche a la piccola. Ora sono molti genitori che lo dicono direttamente ai figli come ho sentito fare da qualcuno in questi giorni.....Peccato togliere anche l'emozione di una delusione , che però faceva sempre parte della Magia del Natale !!
      Goditi ancora i tuoi piccoli cara Nicoletta, il tempo passa così veloce , con i nipoti ancora più che con i figli !!
      Un abbraccio,
      Pat<3

      Elimina
  2. Più dei miei Natali ricordo quelli dei miei bambini piccoli, quando ancora era tutto avvolto dalla magia.. i calendari dell'avvento, preparati la sera, quando dormivano. Il piTto con i biscotti e l'acqua per le renne e Giulia che una mattina mi disse di aver sentito arrivare babbo Natale, ma di essersi nascosta so le coperte. Ora sono adulti, ma si aspettano ancora i pacchetti sotto l'albero!
    Un abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ricordi belli di questi momenti passati con i figli, cara Emanuela !!
      Sicuramente la delusione che si prova da bambini quando si fa la scoperta....è ugualmente grande anche per noi genitori, che capiamo che i nostri figli sono già grandi !!
      I pacchetti sotto l'albero , sono sempre una gioia a qualsiasi età ...quelli non ce li leva nessuno ah ah ù
      Un abbraccio,
      Pat <3

      Elimina
  3. E' molto bello leggere i suoi racconti. A volte un pò malinconici ma pieni di magia.
    Buona domenica anche a lei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Marcella, grazie per la lettura dei miei racconti.
      Cerco sempre di condirli di ironia, a volte ci riesco a volte meno, che comunque esprimano magia,trovo che sia un complimento bellissimo , grazie di cuore da nonna Pat <3

      Elimina
  4. Ciao carissima Katia, un pò ti vedo ed un pò no...è così anche per me!
    In questo periodo anch'io pubblico meno, a fine anno siamo tutti più stanchi e poi le Feste danno un pò gioia ed un pò malinconia....meglio i periodi di routine !!
    Un abbraccio,da nonna Pat <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi leggi sempre nel cuore
      Propriocome una Nonna
      Ti voglio bene la tua nipotina virtuale ❤

      Elimina
  5. Che bello questo tuo racconto!!!L'idea della caccia al tesoro del regalo nascosto è super!I tuoi racconti sono sempre speciali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lorenza, sei tu un amica molto molto speciale, un bacione😚😚😚

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...