domenica 17 aprile 2016

UNA ROUTINE RASSICURANTE

Chi mi ha conosciuta da giovane, non mi riconoscerebbe nella persona calma, ragionevole, serena che sono diventata.
Prima ero un vulcano, non mi fermavo mai, non mi accontentavo mai, obbiettivi da raggiungere, pur rispettando i miei doveri, ero intransigente riguardo ai miei diritti, riguardo all'educazione dei miei figli, non scendevo facilmente a compromessi , ero giovane mi sembrava di avere tanta vita davanti a me e la riempivo con la mia  grandissima voglia di viverla alla grande !!
Il tempo è passato così velocemente e con sé si è portato via tanta energia, ma ha portato la consapevolezza che non è necessario correre a tutti i costi cercando di non cadere nella solita routine, anzi la routine è una cosa meravigliosa , è la sicurezza che le cose vanno nel solito verso che devono andare, dandoti un senso di tranquillità fino a farti sentire protetto da questo stato.
Non so se non lo avevo capito perché ero giovane o, se essendo giovane , la routine sembri a tutti una noia.Non mi importa di andare ad indagare, so soltanto che è una scoperta meravigliosa, che ti rasserena la vita, che ti fa apprezzare di più le cose che hai , le persone che ami .
"Felicità, è desiderare quello che si ha"dice il saggio ed è assolutamente vero.
 Da giovani lo sappiamo bene che dovremmo seguire questa strada anche se non sempre ce ne accorgiamo. Da adulti è un ringraziamento che si fa ogni mattina che ci alziamo ed ogni sera che andiamo a letto



Mentre scattavo la foto che ho pubblicato, pensavo alla semplicità di quel momento, noi nel nostro piccolo giardino, lui che legge io che penso, un prato di margherite da tagliare, ma che ogni anno ritornano e ci vedono nella stessa posizione,chissà per quanto tempo ancora vedrò/vedremo insieme, rispuntare queste margherite!
Quando mi sento contenta, mi invade una leggera malinconia, che non è tristezza è solo il godere delle piccole cose che in quel momento ho d'intorno, è la speranza che la routine continui a farmi compagnia e ci protegga da mari in tempesta,che prima o poi arrivano per ciascuno di noi.
Sono questi i momenti dei bilanci che faccio, ripensando alla vita a marcia indietro.
Non bisogna scherzare con la vita, ci si può fare veramente male, non bisogna mai dimenticare che non è nostra e prima o poi andrà restituita.
Ho imparato per questo ad apprezzarla tanto, a godere di ogni attimo , a non arrabbiarmi come facevo un tempo a non sciuparla rincorrendo le sciocchezze, ma ad onorarla per ogni giorno che mi viene dato da passare con chi amo e mi ama, evitando il più possibile di farsi in qualche modo del male da soli.
Anche stare qui con voi a chiacchierare è diventata una routine, tra pochi giorni saranno 2 anni di blog, e sembra impossibile che abbiamo ancora tante cose da raccontarci, sembra impossibile che non ci siamo stancate di questo nostro incontro domenicale.
Grazie a tutte di fare parte di questa nostra meravigliosa, rassicurante amichevole routine!
Buona domenica , dalla vostra nonna Pat❤

19 commenti:

  1. Bellissimo post nel nostro salotto oggi Margheritoso.....
    Quantecosevere hai scritto Pat....
    Stupido fare un copia incolla qui nel tuo salotto con parole che hai scritto da poco.... ma queste mi sono arrivate DENTRO.... mi appartengono in parte non ancora in toto... ho ancora certi bollenti spiriti che mi assalgono ogni tanto... non ho ancora raggiunto la tua saggezza ....

    Quando mi sento contenta, mi invade una leggera malinconia, che non è tristezza è solo il godere delle piccole cose che in quel momento ho d'intorno, è la speranza che la routine continui a farmi compagnia e ci protegga da mari in tempesta,che prima o poi arrivano per ciascuno di noi.
    Sono questi i momenti dei bilanci che faccio, ripensando alla vita a marcia indietro.
    Non bisogna scherzare con la vita, ci si può fare veramente male, non bisogna mai dimenticare che non è nostra e prima o poi andrà restituita.
    Ho imparato per questo ad apprezzarla tanto, a godere di ogni attimo , a non arrabbiarmi come facevo un tempo a non sciuparla rincorrendo le sciocchezze, ma ad onorarla per ogni giorno che mi viene dato da passare con chi amo e mi ama, evitando il più possibile di farsi in qualche modo del male da soli.
    Ecco di queste parole cercherò di farne tesoro.....
    Buona domenica da una mika ancora leggermente " non posseduta " dalla routine !!!!!!! ahhhhh .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Mariella , fai pure copia incolla sia nel blog che fuori , se senti che queste parole ti appartengono, mi fanno sempre piacere i tuoi copia incolla.
      Tu sei più giovane di me di qualche anno, chissa che da mercoledì ,anche tu possa avere un pò meno bollenti spiriti ah ah
      Ma anche no, ogni persona vive la vita come è meglio per se...non cambiare mai,se stai bene così !!
      Un abbraccio ,
      Pat

      Elimina
  2. Bisognerebbe avere vent'anni con la saggezza dei sessanta...e oltre! Ma la vita è anche questo, piccoli veloci passi che ci portano alla dolce consapevolezza del dono di vivere.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sontyna lo dicevano sempre anche le nonne, ma io credo che è giusto che la vita abbia i suoi cicli....la maturità ha i suoi doni, anche se da giovani, non si possono neppure immaginare!
      Grazie, un abbraccio
      Pat

      Elimina
  3. Grazie Pat..mi hai commosso. La penso come te : in questi ultimi anni ho raggiunto una consapevolezza che correre non serve. Cerco di vivere ogni momento con serenità e prendo le cose così come vengono. Ti stimo moltissimo e mi piaci tanto tanto. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima Nico, ti stimo molto anch'io sei brava nell'affrontare la tempesta che ti sei trovata di fronte.
      Arriverà anche il tempo della routine, ancora sei giovane, ma sei molto in gamba!Grazie di esserci sempre!
      Un caro abbraccio,
      Pat

      Elimina
  4. Grazie Pat..mi hai commosso. La penso come te : in questi ultimi anni ho raggiunto una consapevolezza che correre non serve. Cerco di vivere ogni momento con serenità e prendo le cose così come vengono. Ti stimo moltissimo e mi piaci tanto tanto. A presto

    RispondiElimina
  5. io credo che tutto nasca dal grande equivoco che, spesso, dà alle parole routine e abitudine un'accezione negativa!
    non è così, io li chiamo " i nostri rituali", quelli che ognuno ha e consolida nel corso della propria vita fino a trasformarli in un grande patrimonio, che condividiamo con chi amiamo e ci amo, il compagno, i figli, gli amici....
    Credo che ognuno abbia i propri rituali familiari, anche se, magari, quando si è più giovani e si crede di avere il mondo in palmo di mano e l'eternità davanti, li si vede e li si vive un po' sbuffando, così come si vive sbuffando il rallentare e l'andare piano, come se correre e fare 1000 cose fosse meglio e valesse di più. E ci si dimentica, in questo correre che , a volte, è fine a se stesso (...quante volte corriamo e abbiamo corso quando invece potevamo semplicemente camminare.....), di sederci, fare un bel respiro ed ascoltarci!
    un grande abbraccio a te e a tutte le amiche
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Emanuela, hai spiegato benissimo come sia fraintesa la parola routine.
      Sono d'accordo su tutto, non aggiungo altro.
      Grazie di questo tuo pensiero,
      Un abbraccio
      Pat

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Ciao cara Pat! Voglio scriverti anch'io. Chi mi conosce da tanti anni dice che non sono affatto cambiata, anzi sono più attiva che mai. Penso sempre, data l'età, di non rinunciare a niente e che ogni lasciato è perso (questo è il mio motto). Sto sempre in movimento e organizzando viaggi. Non abbiamo nè figli nè nipoti e per fortuna la salute è buona. So che devo essere più calma ma alcuni fatti avvenuti in questi giorni (tu sai di che cosa so parlando) mi hanno molto agitata. BASTA non voglio più pensarci. Fra tre settimane saremo in Toscana e ci vedremo senz'altro mia cara amica. Te lo sto scrivendo tutte le volte ma sono strafelice. Queste sono le cose che mi fanno piacere e godere della vita. A presto!!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marcella tu sei nata vulcano e nessuno riuscirà a spegnerti ah ah , ma sei molto amata anche per questo.
      Non pensare a quella sciocchezza, te lo ripeto, pensa che tra un po'ci vedremo, siamo entrambe molto contente.
      Poi ci accordiamo per i dettagli, grazie di ❤
      Un grande abbraccio
      Pat

      Elimina
  8. Ed eccomi finalmente...Stamattina ti ho risposto con una battuta di Sandra...
    Io..?
    Fin da rahazzina qualsiasi novità mi metteva agitazione e ansia...queste emozioni mi seguono da allora pur imparando a controllarle...non mi posso definire avventuriera...tutto deve essere sotto controllo e programmato...e sistematico.
    Però ti confesso che mi piacerebbe essere più elastica...e qualche volta. ...dire e fare...così senza pensare...
    Comunque la quotidianità mi da tanta sicurezza
    Un bacione cara nonna Pat ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Katia, la quotidianità è una sicurezza.
      Sei fortunata ad averlo imparato da giovane.
      Noi venivamo da un periodo che volevamo sfidare e cambiare il mondo, i ragazzi degli anni 60 erano così.
      Molto più rilassante, capire che tutto ciò che abbiamo vicino, è già il mondo!
      Un grande abbraccio,
      Pat

      Elimina
  9. Sei sempre un vulcano,forse un po quiescente in questo momento della vita ma sempre un vulcano sei.Grazie Pat di questa dolcissima e preziosa pillola di saggezza. Valentina

    RispondiElimina
  10. Grazie carissima Valentina, questa definizione mi calza a pennello, l'ho anche scritto su fb di oggi, sono 2 anni di blog ed io mi sento proprio come dici tu ,
    Un abbraccio
    Pat

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Scusa il ritardo al tuo commento, vidto solo adesso !
      Grazie di essere passata a trovarmi
      Un abbraccio da nonna Pat

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...