domenica 31 agosto 2014

31 agosto 2008

Ciao babbo, oggi sono già sei anni che sei ritornato dalla mamma...solo la consapevolezza che siete insieme, mi ha aiutato ad accettare la tua perdita!!
Però babbo oggi non vorrei far piangere le mie amiche, lo sai ho aperto un blog...poi ti spiego cos'è...ora siediti qui sulla tua poltrona di pelle...io sul divano accanto a te ...e parliamo come facevamo sempre...dammi la mano babbo , come sono belle le tue mani , perchè tu e la mamma avete avuto mani cosi belle affusolate?
Le mie sono secche, nodose... chissà a chi somiglio!
Mi mancano tanto le tue mani babbo... a te le mie forse no ...ah ah!
Ti ricordi non ti piaceva essere toccato in volto...e mi dicevi Patriziaaa...! ah ah.
Io babbo lo sai quando amo una persona ho bisogno di toccarla, di dare pizzicotti, carezze, di tenerla per mano o sottobraccio, lo sai sono appiccicosa..non ti dispiaceva lo so, bastava non toccarti il viso, lo sai che Erika è come te...il viso no, ha il tuo dna in questo!
Babbo sai cosa pensavo forse per distrarmi un po' in un giorno così pesante da ricordare....parliamo di qualcosa di buffo..ti và se racconto alle mie amiche cosa ho combinato nel salottino da fumo, mentre la mamma telefonava?
Allora, avevo circa 3 anni e la mamma mi stava leggendo un librino, io ero in braccio a lei in poltrona, poi è squillato il telefono, ti ricordi il nostro primo telefono, quelli neri pesanti con i numeroni? Sai che mi ricordo ancora il numero? 31995... allora non esistevano i prefissi !
Non era appoggiato su un tavolino, ma attaccato alla parete, la mamma mi ha messo a sedere in poltrona e si è girata per rispondere.
Il filo era molto corto perciò per telefonare si doveva stare di schiena o se la telefonata si protraeva la mamma si sedeva sul bracciolo...quella volta doveva essere una telefonata lunga, perche io la vidi spostarsi i capelli dietro all'orecchio, sedersi sul bracciolo , accavallare le gambe , aveva quei pantaloni scozzesi che mi piacevano tanto, le ballerine ed il maglioncino nero..rideva forse era la Cosetta che le raccontava di qualche fidanzato!
Ti vedo sorridere e scuotere la testa babbo...aspetta adesso lo sai devo dire alle mie amiche cosa feci io, me lo ricordavi sempre che spavento vi avevo fatto prendere !!
Mi stavo annoiando... non credo fosse passato molto tempo, ma decisi che dovevo fare qualcosa per divertirmi...vidi che sul tavolino c'era una bella scatolina..l'ho aperta, ho guardato se la mamma mi guardava, ma lei continuava a parlare..allora ho preso un cerino, non esistevano gli accendini solo cerini..ti ricordi come erano carini ...con il gambino tutto bianco e la capocchietta ROSA...il mio colore preferito da piccola..l'ho assaggiata ...buona ho pensato ho preso un mazzeto di cerini e li ho ciucciati tutti...la mamma era sempre girata, un altro mazzetto ed ho finito la scatolina...la mamma mi ha visto, ha capito dai pezzettini di cera in terra che mi ero ciucciata tutto lo zolfo!!!!
Mi avete portata di corsa al Mayer dove mi fecero la lavanda gastrica ah ah ah...babbo ero tremenda ...

Poi sono diventata brava vero babbo?? Ogni tanto da ragazzina ti chiedevo ..
"Babbo adesso sono brava? questa cosa l'ho fatta bene?" e tu mi rispondevi
" Si ma puoi diventare ancora più brava.."
Quando poi sono diventata mamma e poi nonna ..tu mi dicevi:
"Come sei brava Patrizina mia, chissa come sarebbe stata contenta la mamma se fosse qui !!!"

Babbo lo sai,  la mamma E' QUI...io la sento, è venuta a prenderti, ti lascio andare babbo ....anche se mi resta tanto difficile farlo, ti lascio andare perché so che sei con Lei
...vai  babbo vai con Lei...!!!

                                            ORAZIO e MARISA  insieme per sempre !!!

sabato 30 agosto 2014

La mia tagliatina di pollo ...con Tiziana alla prova del cuoco !!

Quando mi sono iscritta a Fb, accettavo con diffidenza le richieste di amicizia ed avevo poche amiche ed amici...quando mi chiese l'amicizia una bella signora senese....certa Tiziana Zanchi, non immaginavo neanche lontanamente...che avevo trovato su questo mezzo tecnologico..la gemella separata dalla nascita ah ah si fa per dire perché Tiziana è molto più giovane di me....ma ci siamo trovate subito così in sintonia, che è iniziata un'amicizia bellissima in un momento speciale.
Tiz è venuta da Siena per conoscermi e passare un pomeriggio insieme ed io ho fatto il pranzo nella cucina di Minimoda...quel giorno feci un pranzo veloce...  "La Tagliatina di pollo".
Era settembre, intanto io e Tiz ci sentivamo sempre di più stavamo consolidando quella amicizia che ci lega dal quel periodo. Lei si stava preparando ad andare a "La prova del cuoco" ed io mi sentivo emozionata come fossi con lei. ILPRIMO GIORNO DI TIZIANA a "La prova del cuoco" a casa mia eravamo tutti schierati a vedere la "mia amica"....quando la Clerici la presentò io avevo il magone....quando Tiziana disse che come seconda ricetta avrebbe fatto "La tagliatina di pollo della mia cara amica Patrizia di Prato" il magone si sciolse ...e divennero lacrime di commozione e di affetto! Quando poi insieme a Renatone Tiziana vinse la puntata, da noi sembrava ci fossero i mondiali ..
UN BOATO.... ed io che piangevo di gioia!
Abbiamo vissuto questa settimana con telefonate emozionate ogni giorno e poiché Tiziana  parlando di questa sua esperienza, mi ha ricordato nel suo blog di cucina "Le novelle culinarie di nonna Titti" io oggi vi ripropongo questa semplice ricetta che Tiziana e il grande Renatone..forse avranno rivisitato e che io faccio così !!




                                              TAGLIATINA DI POLLO

Sopraccosci di pollo
Insalata gentile
Pomodorini
olio sale pepe aceto balsamico

Togliere la pelle ai sopraccosci di pollo e farli arrosellire a fiamma alta in una padella antiaderente con olio, sale e pepe.
Appena saranno coloriti, coprire la teglia ed abbassare la fiamma per favorire la cottura interna del pollo, e mantenere con l'umidità la morbidezza della carne, girare spesso.
Quasi a fine cottura aggiungere 3 o 4 cucchiai di aceto balsamico far insaporire e spengere lasciando riposare qualche minuto.
Nel frattempo preparare un vassoio con insalatina gentile e pomodorini, condirli con poco olio e sale, poi preparare su un tagliere la tagliata di pollo, facendo tante fettine dai sopraccosci.
Ripassare le tagliatine nel sughetto e versare il tutto sul vassoio con insalata.
Tutto qui!..."semplice semplice" come dice sempre Renatone.



   Tiz è una vera professionista della cucina....io sono...una nonna cantastorie che ama anche molto cucinare....
se ancora non avete visitato il blog della mia amica vi consiglio di farlo, CLICCANDO QUI perché troverete delle ricette da vera 
"PROVA DEL CUOCO"
un bacione dalla vostra nonna Pat ♥







venerdì 29 agosto 2014

Sedanini ai Calamari

Un primo ottimo da fare nel tempo che cuoce la pasta..delicatissimo, ma nello stesso tempo molto gustoso per palati che amano i sapori delicati senza perdere la gioia di un gusto particolare!!

                                                        SEDANINI AI CALAMARI

K



Ingredienti x 4 persone
4 calamari non troppo grossi
poco aglio o scalogno
poco peperoncino
vino moscato secco o vino bianco una spruzzata
limone
una piccola pera
mezzo cucchiaio di Philadelphia

Pulire e tagliare i calamari ad anelli, farli insaporire in padella con olio scalogno od aglio poco, puntina di peperoncino ed una scorzetta di limone tagliato fine.
Non farli cuocere molto per non indurire il calamaro, appena insaporito spruzzare con moscato secco o vino bianco far ritirare aggiungere fettine sottili di pera e spengere.
Scolare la pasta non troppo asciutta, mescolare con il sughetto di calamari dove avrete sciolto mezzo cucchiaio di Philadelphia far amalgamare bene e servire con ultima grattatina di limone

giovedì 28 agosto 2014

CONIGLIO FRITTO

Non so voi ma a me ogni tanto un frittino piace molto ....che siano bracioline, pollo o coniglio, il fritto mi piace tutto ...in TOSCANA si dice ..".fritta, è bona anche una ciabatta"!
Oggi non friggerò ciabatte ah ah , ma un ottimo coniglio !!!





                                                  CONIGLIO FRITTO

X 4 persone
un coniglio tagliato a pezzi piccoli
farina acqua minerale ghiacciata
olio di semi
sale pepe



Lavare ed asciugare bene i pezzi di coniglio
Fare una pastellina con farina acqua minerale ghiacciata sale pepe ed un filo olio di semi
raggiunta la consistenza giusta ,che per me non deve essere troppo soda, immergere i pezzi di coniglio.
In una teglia antiaderente ..non troppo grande , mettere l'olio di semi , e quando sara ben caldo friggere i pezzi di coniglio pastellato,il coniglio ha bisogno di una cottura più lunga del pollo,  si deve
far attenzione a girarlo spesso per non farlo bruciare ..senza però abbassare la fiamma per mantenere la temperatura....sembra difficile ,ma non lo è ..vi assicuro ed il risultato , vale veramente la pena  di essersi un pò sacrificata al caldo ...

Se vi rimane un pò di pastella io la uso per servire insieme al coniglio foglie di salvia fritte....un vero piacere per i golosi come me !!!

Buon appetito dalla vostra nonna Pat !!

mercoledì 27 agosto 2014

UOVA AL POMODORO DI GABRIELLA !!!

E' arrivata un sabato insieme a Mariella e Daniela sue grandi amiche...la conoscevo solo da qualche saluto su Fb ...mi piaceva , ma non credevo che fosse il ciclone di simpatia che si è rivelata!!
Gabriella Cosci...amica del cuore da una vita delle mie amiche sopra citate, è la classica nonna piena di vita , che riesce a mettere insieme pranzi, partite di burraco, viaggi per stare con i nipoti, occuparsi delle amiche e soprattutto farci fare delle notevoli risate ...io l'adoro !!!
Ed adesso adoro anche la ricettina insolita di uova al pomodoro che mi ha dato....voi vi immaginate semplici uova all'occhio di bue....e vi sbagliate... perchè per fare questa ricetta le uova ci vogliono sode!!! Tutti sanno fare uova al pomodoro classiche ....ma la ricetta di Gabriella é eccezionale vero Gabry ???....vi stupiremo ...bando alle chiacchiere inizio a fare la ricetta e speriamo che venga bene....perchè devo fare figura io e farla fare alla mia cara e simpatica amica Gabry ah ah

                                   UOVA AL POMODORO ALLA MANIERA DI GABRIELLA








Ingredienti x 2 persone
4 uova sode (noi 5)
Un barattolo pomodori pelati in scatola io ho usato i datterini
andrebbero benissimo anche freschi
una confezione di tonno( io per 2 ho usato la confezione piccola )
capperi
olio, poco peperoncino, basilico sale, pepe





Mentre le uova si assodano in acqua bollente per 7 minuti, preparare il sugo.
Io ho messo in una padella  olio un po di aglio e peperoncino..non so se la ricetta originale lo prevedeva Gabriella , ma con il tonno li metto sempre, poi il tonno ad insaporire, quindi i pomodori ed ho fatto cuocere il sughetto per circa 10 minuti..  ho aggiunto i capperi sale pepe  e basilico alla fine. Dopo aver sgusciato le uova, le ho tagliate a metà e poste in una teglia da portata dove avevo già messo del sugo, ho poi ricoperto le uova con il sughetto... ed ancora basilico e ho servito!





Vi consiglio di provare questo modo di fare le uova al pomodoro....vi garantisco, non credevo fossero così buone!
Grazie cara la mia amica Gabriella...la tua ricetta è buonissima e sono molto contenta di averla nel mio blog!
Un bacio grande dalla tua nonna Pat ♥

martedì 26 agosto 2014

Cena con i Benucci !!

Se mi chiedessero di fare una sfida di cucina con mio genero...avrei molte perplessità prima di accettare, perché in cucina è bravissimo, un vero perfezionista, ma se mi invita a cena e mi lascia fotografare i suoi piatti allora  accetto molto volentieri, perché so che mangeremo benissimo e verranno anche belle foto!
...questa è una delle sue cene più semplici fatta velocemente al mare....
ed abbiamo mangiato benissimo!!!

    ANTIPASTO DI LATTERINI FRITTI 
( in alcune zone detti crognoli)




Mangiare pesciolini fritti caldissimi, pronti è una delle più belle soddisfazioni che può avere una cuoca che è invitata a cena, perché si sa che "CHI FRIGGE NON MANGIA"!
Le bambine fanno a gara ed Ale non fa in tempo a friggere che sono finiti.... i pesciolini fritti sono come le patatine fritte, una tira l'altra !!

L'antipasto è finito lo abbiamo mangiato in piedi con un vinellino bianco secco ...mentre Ale prepara lo scoglio, mi faccio dare i dettagli della "sua ricetta", ogni cuoco ha un interpretazione propria dello scoglio un po' dipende da cosa si trova di pescato fresco ..un po' dalla propria fantasia...perché lo sappiamo bene: IN CUCINA NON CI SONO REGOLE ....eccetto i dolci...poi il miglior piatto deriva dalla fantasia e dall'abilità del cuoco.

La ricetta di Ale comprende 2 moscardini, un sacchetto di vongole veraci,  10 scampi, vino bianco , olio pepe sale peperoncino  e l'ingrediente segreto .....OTTIMO DIREI....pomodori verdi oltre a 2 piccoli pomodori rossi....per me il tocco del pomodoro verde è stato geniale, ha conferito allo scoglio tradizionale ...una novità ..un gusto diverso dallo scoglio che siamo abituati a mangiare,


SPAGHETTI ALLO SCOGLIO ALLA MANIERA DI ALE





Dopo pesciolini fritti e questi meravigliosi spaghetti , io sarei già appagata, ma come rinunciare al BRANZINO con patate e pomodorini, profumato con rosmarino appena colto ed olio buono?

BRANZINI IN FORNO CON PATATE E POMODORINI



 Potevano bastare 2 branzini, ma un aggiunta il bravo cuoco che vuole accontentare tutti la fa sempre,specialmente pensando che le bambine mangino più volentieri il pesce spada alla piastra ...semplice semplice, come i piatti migliori...solo 2 pomodorini freschi per contorno!!!
Ma le bambine ....hanno preferito il Branzino ....buongustaie !!!
 Io ho mangiato volentierissimo il pesce spada che Ale come tutto il pesce di stasera aveva comprato da" Pescheria da Masco"...vi ricordate QUESTO POST QUI che ho fatto tempo fa per presentarvi questa bella pescheria e la sua gentilissima proprietaria Licia?


PESCESPADA ALLA PIASTRA





PEPERONATA CON PEPERONI  GRIGLIATI 


 
La peperonata io la faccio senza spellare i peperoni oppure li scotto e poi li pelo velocemente , invece
 quella di "Casa Benucci"..che per onor del vero è fatta da Erika che è una vera esperta di questo ottimo contorno ...viene fatta grigliando prima i peperoni e poi fatta la peperonata classica !!!
OTTIMA la tua peperonata Erika ....un pò di soddisfazione anche a te perchè io non amo pelare i peperoni ...e tu hai fatto un lavoro certosino per questo contorno che io adoro !!!
 Cari Benucci grazie di questa bella cena, essere vostri ospiti è sempre un piacere con un cuoco come Ale ed un aiuto cuoco come Erika.....il risultato è sempre perfetto !!!
 ALLA PROSSIMA volta ...speriamo presto!
Nonna Pat e nonno Bruno ringraziano per la bella serata !! 

lunedì 25 agosto 2014

Un insalatina estiva da fare in 5 minuti..un pò italiana un pò francese !!!

Ispirandomi alle " Ricette del vero amore" il libro da cui ho già estratto 2 ricette che vi ho presentato (  CLICCANDO QUI, LA TARTE TATIN ,  e QUI LE COSCE DI POLLO AL MIELE" ) ho fatto oggi una insalatina , ma di francese ho usato solo il formaggio ROQUEFORT, poi l'ho fatta a modo mio...a noi è piaciuta tantissimo!!

                       INSALATA DI VALERIANA AL ROQUEFORT



Tempo necessario 5 minuti
Ingredienti:
Insalata Valeriana, già pulita
Funghi CHAMPIGNON...già tagliati
Mirtilli rossi freschi una confezione
Una fetta di formaggio ROQUEFORT...simile al nostro gorgonzola...che se gradite potrete usare al posto del suddetto formaggio, basta sia il tipo stagionato,..non morbido
olio, sale, pepe, spruzzo di aceto balsamico.







Dopo aver lavato la valeriana ed i funghi...asciugate bene, porre in una zuppiera, aggiungere parte dei mirtilli freschi, preparare una vinagrette con olio, sale pepe ed aceto balsamico ...poco ...emulsionare bene...aggiungere all'insalata ..poi aggiungere ROQUEFORT a pezzettini...e servire aggiungendo ancora mirtilli.... se avete del pane tostato sarà il massimo!!

Oggi ricettina molto veloce, ma io dopo tutti i mangiari francesi ho bisogno di mangiare semplicemente e soprattutto sano !!!
Fatemi sapere se vi è piaciuta...
baci dalla vostra nonna Pat !

domenica 24 agosto 2014

La cugina COSETTA

La cugina preferita della mamma, si chiamava Cosetta...nome azzeccato in pieno, perché era piccolina e magra...e per di più bruttina ...una cosetta di nome e di fatto.
Era comunque molto intelligente e tanto affezionata alla mamma....aveva il problema che non essendo una bellezza, non aveva ancora trovato marito.
Veniva spesso dalla mamma a raccontare i suoi problemi di amore ed io naturalmente assistevo alle loro chiacchierate, provavano a mandarmi via con qualche scusa...ma quando mai una bambina curiosa, dà retta??
Ogni volta aveva un problema di amore, od aveva trovato uno sposato che non glielo aveva detto, o li trovava troppo brutti, perché quelli che piacevano a lei non la volevano...
Gli anni passavano e lei era sempre più preoccupata di non trovar marito.
Aveva un altra cugina che viveva in Australia e che aveva parlato molto bene di lei ad un vedovo italiano, che sarebbe dovuto tornare in Italia in un anno o due.
La Cosetta pregava la mamma di scrivere qualcosa di carino a questo tizio, perché lei era bravissima in matematica, ma non sapeva per niente scrivere; veniva con carta e penna dalla mamma e si faceva dettare lettere prima semplici, poi via via che lui si innamorava di questa meravigliosa ragazza italiana e del suo modo di scrivere, le lettere che la mamma scriveva per lei diventavano sempre più lunghe e più belle.
Il babbo brontolava, non voleva che la mamma si prestasse a questo gioco ...forse era anche geloso, ma la Cosetta faceva così pena e tutti volevano che si sistemasse una volta per tutte, che la mamma continuò ad aiutarla.
Quando IL TIZIO ...venne in Italia e vide la Cosetta che dal vivo era molto più brutta della foto che si era fatta fare dal fotografo un po' di lato, perché si vedessero i capelli unica cosa bella di lei...rimase molto deluso ...ed ancor più deluso quando nel modo di esprimersi non ritrovò più la donna di cui si era innamorato.
Dopo un po' che si frequentarono, il tizio si dileguò e la Cosetta tornò a piangere dalla mamma, davanti ad una tazza di the nel salottino da fumo....e continuò a piangere anche in primavera ..in giardino seduta sotto il nespolo!!!

la mamma...

Io scuotevo la testa a vedere quelle due abbracciate sulla panchina e pensavo che fortuna mi era capitata ad avere una mamma così bella e brava...perché io la cugina Cosetta e tutti i suoi fidanzati immaginari ...era da un po' che gli avrei mandati a fare un giro!!!
Ma forse no...perché anch'io volevo bene a quella...cosetta...l'unica cosa che decisi è che non volevo rimanere zitella ...perché doveva essere troppo brutto non avere un marito accanto andare a letto sola tutta la vita ..e non avere figli....io un fidanzato me lo dovevo trovare presto finchè ero bellina !!!
A 18 anni mi sono sposata a 19 sono diventata mamma, mi ero messa avanti..avevo trovato subito il ragazzo dei miei sogni...andare a letto sola e non avere figli ...non sarebbe piu' stato per me un problema!....Povera Cosetta con tutti i suoi piagnistei, mi aveva fatto capire fin da piccola cosa desideravo piu' di tutto dalla vita !
Oggi bo mantenuto la promessa non vi ho fatto piangere ! Buona domenica dalla vostra nonna Pat cantastorie per amore !♥

sabato 23 agosto 2014

Un Ristorante-bagno chiamato "FARNIENTE"cosa si vuole di più?

Il primo giorno che arriviamo in genere non andiamo al mare, riposino giretto per i negozi, al mercato e poi....sole ed esclusivamente mare sole e buon mangiare in questa oasi ...

                                      "RISTORANTE -BAGNO  FARNIENTE"..meglio di così!
I francesi hanno il culto della spiaggia libera e qui di spiagge ce ne sono bellissime e lunghissime, noi però sogniamo i lettini e l'ombrellone ...qui esistono solo 3 bagni ed il nostro preferito adesso ve lo faccio vedere.

Bello ,nuovissimo e molto curato il "FARNIENTE" spicca unico in mezzo ad una spiaggia bellissima

I proprietari Cristine il figlio ed il marito, meraviglioso chef, che ha lavorato in Italia, da qui il nome scelto, hanno aperto l'anno scorso questo bellissimo locale oasi in una distesa di spiagge libere. Ha un aria molto moderna  internazionale , non camarguese, si sta benissimo e ci si mangia ....divinamente !
Appena arriviamo Cristine ci viene incontro molto cortesemente e dopo aver chiamato il bagnino che ci trova un ottimo posto in prima fila, ci riserva il tavolo per pranzo.


Siamo i primi ad arrivare qui tutti arrivano tardi o dopo pranzo.....contentissimi di avere il bagno tutto per noi....dopo una bellissima camminata ci sdraiamo al sole su, lettini belli e molto comodi e sopratutto in prima fila !!
                                   ma mentre ci riposiamo pensiamo già al pranzo ah ah
Finalmente è arrivata ora di andare al nostro tavolo vista mare, siamo molto imbarazzati nella vastissima scelta proposta dallo chef ,ma volendo stare ancora in spiaggia decidiamo di non esagerare e scegliamo 2 insalate, ma che insalate !!!                                                                                                               
io ho deciso di prendere :   SALADE AVEC CHEVRE ,con formaggio caldo pane arrostito, prosciutto spagnolo fichi insalata, rape rosse grattugiate finocchi grattugiati pomodorini dolcissimi !!!

mentre il maritino sceglie SALAD DU MER con 2 meravigliosi scampi, cozze vongole capesante filetti di seppia  ed insalatina con pomodorini, anelli di cipollotti !!!!

ma ai tavoli accanto stanno arrivando piatti molto invitanti ed io chiedo cortesemente di poter fotografare per voi...!!!
                Ci piace così tanto mangiare qui che decidiamo di tornare anche per la cena ...
in attesa di cenare ci sediamo sui comodissimi divani , mentre il vento camarghese mi sciupa la pettinatura ah ah stasera sappiamo cosa prendere:

THON ALLA PLANCHE con salsina di ginger e limone ,sformatino di patate e verdurine alla griglia BRANZINO ALLA PLANCHE  con salsina verde meravigliosa e verdurine grigliate !!                                                                                                                                                                 un meraviglioso TIRAMISU' con GALLETTINA al caramello e lampone !!!                                                                                                                                                                                                                                                   
             

Siamo stati benissimo anche a cena grazie Cristine, grazie grande Chef . stasera ha superato se stesso per salutarci ci ha fatto anche gli "SMILES " come decorazione dei nostri piatti ah ah ..vi faremo tanta pubblicità perché il vostro FARNIENTE è favoloso !!!




MERCATO E DINTORNI !!

Il mercato del lunedì è sopratutto dedicato alla spesa delle persone del posto.
Ci sono anche molti banchi tipici, con ventagli...abiti spagnoleggianti, coltelli, ma io sono come sapete molo interessata alla cucina ed ho così fatto foto a banchi relativi al mangiare.



                           Chi non è attratto da questo banco di tutte le qualità ed i tipi di olive???


             Oppure da questo banco di SOUCISSON ...cioè salsicce e salami...io non li mangio ,    
               ma fotografo volentieri perché mi sembra molto pittoresco ed invitante !!!



                               Il banco degli agli rosa provenzali....a me piace moltissimo li vendono
                             fatti a treccia per poterli tenere appesi al fresco per non ammuffire



        Anche se non è niente di tipico della zona come sono belli questi banchi di verdura.. !!
     Vorrei farvi sentire il profumo del basilico a foglie piccole molto più intenso del nostro.



e quello dei fiori..dove il mio amore ,che vedete in tutte le foto con la sua amatissima maglia di 20 anni fa che se non indossa ...non si sente in vacanza ah ah , mi offre un mazzo di SALADELLES
piante che rimangono così dopo seccate e che vengono colte vicino alle paludi camarguesi !!


Non possono mancare le ostriche, che i francesi considerano leggere e le mangiano a tutte le ore ovunque ...e che io guardo con sospetto ...perchè non le amo!!!


Prima di venir via ho chiesto di fare una foto a questi 2 deliziosi cagnolini in passeggino ah ah
  La loro mamma , una simpatica  anziana signora grassoccia ..li porta a spasso come se fossero i suoi bambini piccoli !!!


Se vogliamo comprare vino , moscato o ogni tipo di sale vicino al mercato c'è questo tipico negozio con vini di ogni tipo e FLEUR DE SAL..con vari gusti , rosa mescolato nel vino o  con erbe di Provenza come faccio io  o con paprika e con peperoncino
Le ricche saline della zona producono questo gustosissimo sale che in molte pietanze viene messo alla fine perchè ne rimanga il sapore diverso dal nostro...più delicato anche se più grosso del sale da cucina !



Ci sarebbero ancora tante cose che vorrei farvi vedere, subito dopo questo post vi faro' vedere il BAGNO RISTORANTE ...con i  suoi piatti meravigliosi !!!
Spero che vi stia piacendo il mio racconto fotografico ..che per una nonna Cantastorie è molto impegnativo ...credetemi , ma sono contenta che ci sto riuscendo !!
Baci grandi dalla vostra nonna Pat <3
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...